Accedi Registrati

Aggiornamento

Intervista all’autore del libro Il ladro dei sogni e altre storie – Fabio Cruccu sul blog Tra sogno e realtà 98. 1- Innanzitutto raccontaci un po’ di te (e sempre bello conoscere l’autore di un libro.) Sono nato in paesino della Sardegna, San Gavino Monreale in provincia di Cagliari, oramai 35 anni fa. Una laurea […]

 

 

Intervista all’autore del libro Il ladro dei sogni e altre storie – Fabio Cruccu sul blog Tra sogno e realtà 98.

1- Innanzitutto raccontaci un po’ di te (e sempre bello conoscere l’autore di un libro.)
Sono nato in paesino della Sardegna, San Gavino Monreale in provincia di Cagliari, oramai 35 anni fa. Una laurea in Giurisprudenza in tasca e tanta voglia di cambiare il mondo, a cominciare dalle piccole cose, come insegnare a volersi bene,
confrontarsi con altre culture, inseguire le cose che ci fanno stare bene.

2- Com’è nata la passione per la scrittura?
La scrittura è sempre stata una buona compagna di giochi. Alle scuole elementari scrissi la mia prima storiella rivisitando i viaggi di Cristoforo Colombo e creando un mondo dove le maestre erano alcuni dei personaggi! Scrivere mi aiuta a canalizzare i pensieri, le emozioni e interrogarmi su cosa accade. Ed è anche un potente mezzo per far riflettere, sorridere e regalare momenti di leggerezza.

3- Com’è nata la storia di questo libro. Perché hai deciso di scrivere tante piccole storie e non un racconto unico?
Scrivere racconti è un esercizio: sviluppare una storia con un inizio, uno sviluppo e una conclusione e fare ciò in un numero di pagine limitato è quello che mi riesce più facile. In questa raccolta l’idea di base è stata quella di offrire ai lettori una pausa onirica ricca di personaggi bizzarri. Nel caso de IL LADRO DI SOGNI E ALTRE STORIE ho voluto cimentarmi in dieci racconti di durata breve che potessero accompagnarvi in alcuni momenti della giornata, ad esempio prima di andare a dormire, in relax su una panchina o tornando in metro da una lunga e pesante giornata lavorativa o di studio.

4- Qual’è il tuo racconto preferito ? E perché?
Sono molto legato a tutti i miei racconti. Sicuramente la storia di Esteban, scelta per dare il titolo alla raccolta, è quella a cui sono più affezionato. Ma anche i fantasmini dispettosi del racconto “Sette rintocchi a mezzanotte” o Amir, lo spaventapasseri che appare nella storia “Il paese delle bolle colorate” hanno un posto speciale nella classifica dei miei preferiti.

5-Oltre alla scrittura cosa ti appassiona?
Mi piace combattere per promuovere i diritti umani, appartengano bambini, donne, migranti. Viviano un’epoca in cui diamo per scontati tanti diritti, li consideriamo certi e inviolabili, ma questo non accade in tutto il mondo. E questo vale anche Italia. Per questo motivo ho fondato un’associazione, il F4CR network (Fight for Children’s Rights) per dare voce ai diritti dei bambini e alle categorie più vulnerabili.

6- I disegni del libro li hai fatti tu?
Per i disegni ho fortemente voluto una collaborazione. Ho tirato dentro a questo progetto un caro amico illustratore, Gian Battista Andrea Marongiu, con il quale abbiamo passato tante ore a immaginare i personaggi partendo dalle mie descrizioni. Il risultato è stato un corpo di dieci illustrazioni che rispecchiano pienamente lo stile sognante che permea l’intera raccolta.

7- Scriverai altri libri, se è si di che genere?
Se l’esperienza de IL LADRO DI SOGNI E ALTRE STORIE con Bookabook andrà bene potrei mettere mano a una nuova raccolta di racconti. Non è detto che qualcosa non sia già in bozze nella mia testa! Scrivere racconti mi piace, è qualcosa che fluisce in modo molto spontaneo. Trattare temi sociali, l’ambiente, la famiglia, il rispetto per i diritti e farlo raccontando storie è qualcosa che certamente mi piacerebbe continuare a fare. Buona lettura e… attenzione, c’è un ladro di sogni in città!

Ed ecco questa meravigliosa intervista, (una delle più belle)
Io non vedo l’ora di leggere altri tuoi racconti , altri tuoi libri e sicuramente avranno un posto speciale nella mia libreria!
Grazie ancora per questa intervista e grazie per aver scritto ” Il ladro dei sogni e altre storie ” 🙂

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie