Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Les Fleurs Du Mal – blog letterario

Con grande sorpresa ed immensa gioia scopriamo di essere stati recensiti dal blog letterario “Les Fleurs Du Mal”. Non solo siamo felici di vedere un opinione riguardante la nostra opera, siamo anche commossi dalle bellissime parole spese per il nostro romanzo. Riportiamo qui l’articolo: “La scrittura può guarire? Sì certamente, la scrittura per alcuni autori […]

Con grande sorpresa ed immensa gioia scopriamo di essere stati recensiti dal blog letterario “Les Fleurs Du Mal”.
Non solo siamo felici di vedere un opinione riguardante la nostra opera, siamo anche commossi dalle bellissime parole spese per il nostro romanzo. Riportiamo qui l’articolo:

“La scrittura può guarire? Sì certamente, la scrittura per alcuni autori è la più potente delle medicine. Ripara, cura, sistema i pezzi. Ci rende più presenti a noi stessi, contribuisce al benessere della nostra mente e in conseguenza del nostro corpo.

Il sapore della vita è colorato come il mondo di chi torna a vedere. Ha labbra rosse e occhi verdi. Il nostro protagonista, Michele, ci fa volare lontano da uno dei mali più subdoli dell’ultimo secolo, la depressione, la Maledetta. È un ritorno alla luce, alle immagini e ai colori.

Il sapore della vita ha il suono di una chitarra dalle corde dure dalla quale escono note invisibili. La musica è un’amica e un’amante per Michele.

Il sapore della vita ha anche il rumore dei sogni tormentati e della pioggia che martella costante i vetri e il telo dell’ombrello.

Il sapore della vita ha le ossa fredde e i pensieri ruvidi. Ha la consistenza del vetro di un bicchiere attraverso il quale, una volta vuoto, il nostro giovane protagonista quasi riesce a vedere il futuro.

Il sapore della vita puzza di sudore e ansia. Puzza del marcio di un rimpianto. Profuma di lenzuola pulite e soffici, di casa e di cose belle.

Il sapore della vita è dolce, ma anche salato. Ha il gusto di un hamburger mangiato nella metropoli dai mille volti.

Il sapore della vita è un viaggio dentro la Maledetta che il nostro protagonista prova inutilmente ad affogare nell’alcool. Un’ombra che continua ad inseguirti e tu corri, corri, corri, senza mai smettere di sperare di vedere il traguardo. È un viaggio, lungo, caldo, umido di lacrime ma anche morbido di speranza e di affetto. Scesa dall’aereo il mio primo pensiero è per la penna dietro le parole a cui non farei domande perché tutto mi ha fatto vedere e sentire ma non risparmierei un abbraccio.

Consiglio per la lettura: accompagnerei le pagine a morsi di cuccia perché le diverse consistenze, i sapori e gli odori presenti in questo dolce tipico siciliano ricreano perfettamente l’armonia della scrittura. ”

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie