Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Come creare dei personaggi efficaci?

In un testo narrativo i personaggi sono il vero motore dell’azione. Caratterizzarli al meglio e renderli, per così dire, tridimensionali è quindi un aspetto fondamentale della stesura di un romanzo. Un piccolo schema può essere d’aiuto.

 

La trama in un testo narrativo è fondamentale per renderlo originale e intrigante, ma sono i personaggi a compiere le azioni e a dar vita all’intreccio, a renderlo emozionante e a creare un legame con i lettori. Per questo motivo, uno dei passaggi più complicati nella stesura di un testo è proprio caratterizzare i personaggi dando loro spessore e trasformandoli da archetipi (il protagonista, l’antagonista, l’aiutante ecc…) ad appunto personaggi.

Un primo consiglio è di pensare sempre a come i vostri protagonisti sarebbero nella realtà. Al di là dell’aspetto estetico, ognuno di noi ha caratteristiche che lo rendono unico: un modo di dire particolare, un gesto ricorrente, una sensibilità più o meno spiccata… Quindi prendete spunto dalla realtà, che è un’inesauribile fonte di ispirazione!

Il secondo consiglio che vi do è di costruire una vera e propria scheda descrittiva per ciascun personaggio, anche quelli minori. In questo modo, avendo sempre di fianco a voi una descrizione organica, sarà più facile mantenere la coerenza all’interno del testo.  Ho costruito qui un piccolo schema con alcune delle domande principali utili per la caratterizzazione. Come vedete è diviso in quattro aree separate, anche se alcune di esse possono sovrapporsi o condizionarsi a vicenda.

 

 

Aspetto

La prima cosa da fare è ovviamente pensare all’aspetto del personaggio: è la descrizione più scontata e banale, ma è molto utile per fare in modo che i capelli del protagonista siano sempre biondi (dall’inizio alla fine del testo) o che l’inquietante dragone tatuato sul braccio dell’antagonista rimanga sempre sul braccio destro. Sarà anche molto importante definire l’aspetto del personaggio nel passato e nel futuro, perché il cambiamento che la vicenda narrata opera nel suo animo può in qualche modo riflettersi anche nell’estetica. Anche definire il modo in cui il personaggio si veste, cammina, gesticola è importante per dare al lettore informazioni che gli indichino in modo indiretto alcuni tratti della psicologia del personaggio e la sua unicità.

In questo sottogruppo, consiglio anche sempre di aggiungere i tic, le abitudini o i gesti ricorrenti perché sono tutti elementi che nella vita reale contribuiscono a definire una persona, a renderla unica.

Biografia e psicologia

Quando creiamo un personaggio è poi ovviamente essenziale descrivere le sue origini, raccontare al lettore chi è e come è arrivato fino a lì.

Si parte dai dati anagrafici basilari come l’età, il sesso, luogo di nascita, ma poi è bene scavare anche nel suo passato, per capire come esso ha influito sul suo modo di pensare, i suoi comportamenti, il carattere ecc… Quindi ci si può domandare ad esempio in che tipo di famiglia è cresciuto, se ha mantenuto i legami con i vari membri e se (e come) la presenza o assenza della famiglia nella sua vita abbia influito.

All’interno di questo gruppo ho aggiunto anche gli aspetti relativi alla psicologia e al carattere, oltre che alla filosofia. È un tipo fumantino il vostro protagonista? Oppure è docile e riservato, ma meglio non farlo arrabbiare? Quali sono le sue inclinazioni politiche, cosa pensa degli altri e qual è il suo senso dell’etica? Ma, soprattutto, quali sono le sue debolezze? Questo è uno dei passaggi più importanti: descrivere le debolezze di un personaggio è un modo facile e immediato per permettere al lettore di immedesimarsi in esso e quindi tenerlo incollato alla pagina per vedere cosa accadrà.

Motivazione

Un personaggio, per essere credibile, deve essere spinto ad agire da una motivazione profonda, un desiderio, un obiettivo che vuole raggiungere nella sua vita. Se così non è, il lettore ha subito l’impressione che si tratti di una sorta di burattino nelle mani dello scrittore, non di un personaggio “reale”.

La motivazione è quindi il nucleo portante del personaggio e della trama stessa, perché è ciò che gli permette di combattere contro qualsiasi avversità gli si presenti e quindi portare a compimento la trama.

Evoluzione

L’evoluzione intima del personaggio è l’aspetto più importante della caratterizzazione: è ciò che lo rende tridimensionale, che lo rende un individuo. Come è cambiato il personaggio dall’inizio alla fine del romanzo? Ha mutato il suo modo di pensare? È riuscito a combattere alcune delle sue debolezze? Ha superato quel trauma che lo condizionava così tanto? Per ciascuno di noi passare attraverso delle avversità o, viceversa, degli eventi positivi è qualcosa che ci fa cambiare il nostro punto di vista, è un piccolo tassello della nostra crescita personale. La stessa cosa deve valere per un personaggio: se non cambia e rimane uguale a se stesso dalla prima all’ultima parola del libro, è debole, non verosimile e probabilmente anche la trama risulterà tale.

Un’ultima considerazione: tutte queste domande e le relative risposte servono soprattutto allo scrittore per definire i personaggi e avere sempre chiaro chi sono e come si comporterebbero in una data situazione. Questo non significa che ognuno di questi aspetti debba essere esplicitato nel romanzo, anzi: al di là delle annotazioni estetiche e biografiche necessarie all’inizio, l’effetto finale di un libro è tanto migliore tanto più tutte le caratteristiche del personaggio vengono date in maniera indiretta al lettore.

Giulia Corazza
Milanese doc da circa 30 anni, mi sono laureata in Scienze politiche, perché volevo scrivere dell’attualità, e in Editoria perché, alla fine, ho preferito leggere e lavorare con la finzione, in tutte le sue romanzesche forme.
Ho vissuto a Milano e Genova, la mia seconda casa, e da quasi tre anni lavoro come editor a bookabook.
Giulia Corazza on Facebook

One Response

  1. Sono entrata per fare una verifica e mi sono accorta che ne l mio romanzo ci sono gia tutti questi elementi. Quindi, non mi resta che finire l’ultima
    revisione e inviarvelo!

Lascia un commento

Devi essere loggato per pubblicare un commento.

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie