Accedi Registrati

Guida (non galattica) al crowdfunding del libro

Una delle domande che ci fanno più spesso è: perché dovrei scegliere bookabook e non un’altra piattaforma di crowdfunding? Si potrebbero dare moltissime risposte, ma quella che di solito diamo è “dipende da che futuro immagini per il tuo libro”. Se vuoi che al termine della campagna venga pubblicato ed entri nel mercato editoriale, con […]

 

 

Una delle domande che ci fanno più spesso è:

perché dovrei scegliere bookabook e non un’altra piattaforma di crowdfunding?

Si potrebbero dare moltissime risposte, ma quella che di solito diamo è “dipende da che futuro immagini per il tuo libro”.

Se vuoi che al termine della campagna venga pubblicato ed entri nel mercato editoriale, con un partner distributivo come Messaggerie Libri e un ufficio marketing a disposizione del tuo libro, bookabook è il posto che fa per te. Se stai cercando di finanziare una tua auto-pubblicazione, invece, hai diverse alternative.

Ma andiamo con ordine. Quando si parla di crowdfunding e libri, bisogna distinguere tra:

a) piattaforme di crowdpublishing (vere e proprie case editrici, come bookabook)

b) piattaforme di crowdfunding che ospitano anche libri

Vediamo le caratteristiche principali dei due modelli:

a) piattaforme di crowdpublishing

Sono le piattaforme dove l’obiettivo non è una raccolta fondi, ma la pubblicazione del libro. Alcuni esempi: Unbound, Inkshares e, in Italia, bookabook.

Generalmente l’obiettivo della campagna non è fissato in un importo economico, ma in un numero di copie che i lettori possono ordinare. Altra caratteristica ricorrente è data dal divieto, per l’autore, di auto-acquistare copie durante la campagna.

Al termine della campagna il libro riceverà i servizi professionali propri dell’editoria tradizionale (editing, revisione, impaginazione, progetto grafico di copertina, formati digitali e stampa professionale).

Terminata questa fase, il libro sarà inviato in anteprima ai sostenitori della campagna e, poco dopo, raggiungerà i circuiti distributivi (online e librerie).

Per iniziare una campagna è necessario superare una selezione, chiunque può mandare la propria proposta.

b) piattaforme di crowdfunding che ospitano anche libri

Quasi tutte le piattaforme ospitano anche campagne destinate al finanziamento di un’opera in self-publishing. Non esiste selezione qualitativa, chiunque può iniziare una campagna. La piattaforma non fornisce nessun tipo di servizio editoriale (anche perché, molto spesso, sono piattaforme che ospitano progetti molto eterogenei) e al termine della campagna l’autore potrà auto-pubblicarsi. Lo scopo di questo tipo di campagne è quello di coprire i costi dell’auto-pubblicazione, perché se è vero che l’auto-pubblicazione in sé può essere economica, è anche vero che, se l’autore decide di affidare il suo testo a un editor e a un grafico i costi salgono notevolmente.

Quale modalità di crowdfunding del libro fa per voi? Se avete risposto a), vi ricordiamo che potete partecipare alla selezione di bookabook da questa pagina.

 

Il team di bookabook
Amiamo leggere e scoprire nuovi talenti. Crediamo nella forza del crowdfunding unita alla ricerca della qualità propria dell'editoria tradizionale. Digitale o profumo della carta? Tutti e due!
Il team di bookabook on sabtwitterIl team di bookabook on sabinstagramIl team di bookabook on sabfacebook