Accedi Registrati

La copertina – Pubblicare un libro, il mestiere dell’editore.

Pubblicare un libro è una bella ambizione. Ma pubblicare davvero non è un’impresa individuale. Il vostro manoscritto dovrà essere sottoposto alle cure di professionisti del libro: editor, revisori di bozze, grafici. Come lavorano gli editor? Ma soprattutto, lavorano con voi per tirar fuori il meglio del testo o ne stravolgono inevitabilmente la struttura originale? Cosa non deve mancare in una copertina professionale?
Pubblicare un libro è un processo lungo, in qualche caso faticoso, ma in grado di fare la differenza. È un percorso che trasforma una valida materia prima, un manoscritto inedito, in un ottimo prodotto editoriale.

A Sabbione con Giulio Mozzi

Mi colpirono l’immaginario strabordante, la crudeltà dello sguardo, la vis comica, il talento di scrittura – che si esprimeva assai meglio laddove si dava libertà, come appunto nei racconti, che...

Perché investiamo sugli esordienti

Per un aspirante scrittore esordire è sempre più difficile. Bookabook ha scelto di investire sugli esordienti, andando in controtendenza. La nostra sfida è selezionare dei manoscritti qualitativamente validi e provare...

Come funziona la selezione di bookabook?

La differenza tra il nostro processo di selezione e quello tradizionale: la selezione qualitativa è fatta dai nostri editor e prescinde da qualsiasi giudizio di commerciabilità, mentre lasciamo che sia...

Aperte le selezioni! Istruzioni per l’uso.

Sono aperte le selezioni di bookabook. Ecco alcuni consigli per partecipare. Signore e signori, mano a calamai, dagherrotipi, tablet e tazze di caffè. Adesso tocca a voi!

La ricetta per il successo

La campagna di crowdfunding su Bookabook dura sei mesi, ma il lavoro dei giorni precedenti l’inizio di questa avventura è fondamentale. La ricetta per il successo non è una sola,...

Sei stato selezionato: e adesso?

L’attesa del verdetto di bookabook ti riporta ai tempi della correzione dei compiti in classe, quelli decisivi di fine quadrimestre. La professoressa lasciava trascorrere il tempo necessario a farti sobbollire...