Accedi Registrati

Quando l’editore dice: “Non venderà una copia”. E invece…

In un mondo parallelo Harry Potter, La fattoria degli animali, Sherlock Holmes e Lolita non sono mai stati pubblicati. Rifiutati (più volte) dagli editori a cui erano stati proposti, giacciono in qualche polveroso cassetto…

 

 

Quando l’editore dice “no”. Potrà non piacere, ma una parte importante del ruolo dell’editore è quella di valutare, scegliere, selezionare. In poche parole dire qualche volta “sì” e, molto più spesso, “no”.
Rifiuti motivati, immotivati, manoscritti che restano senza risposta (che, nel dubbio, equivale a un rifiuto).
A volte capita che l’editore prenda quella che persino Dante non esiterebbe a definire “una sonora cantonata” e passi anni a pentirsi di un una risposta negativa. Stiamo parlando dei cosiddetti rifiuti eccellenti: tutti quegli autori che prima di pubblicare (e vendere milioni di copie) si sono sentiti rispondere più di una volta: “Ci dispiace, il suo manoscritto al momento non rientra nei parametri editoriali della nostra casa editrice”.
Dove per parametri, molto spesso, si intende le previsioni di vendita del libro.
Uno dei più famosi rifiuti degli ultimi anni è Harry Potter e la pietra filosofale, primo libro della celeberrima saga. Chi avrebbe mai potuto pensare che le avventure di un mago di undici anni avrebbero dato luogo a 7 libri, 8 film e 400 milioni di copie vendute? Non di certo i 12 editori che in successione si sono rifiutati di pubblicare il manoscritto.
Anche per Vladimir Nabokov veder pubblicato il suo Lolita non è stata certo una passeggiata. Ben quattro editori rifiutarono il manoscritto a causa dei temi trattati, o accettarono di pubblicarlo solo in seguito a pesanti censure che l’autore non accettò mai. Solo nel 1955, la Olympia Press, una casa editrice parigina specializzata in letteratura erotica, accettò di pubblicare Lolita, dando il calcio di inizio a uno dei maggiori – e più discussi – successi letterari del secolo breve.
Un altro libro che, per stessa ammissione dell’autore, “tornava indietro con la precisione di un piccione viaggiatore” è Sherlock Holmes di Sir Arthur Conan Doyle. Chissà cosa penserebbero adesso quegli editori che hanno rifiutato la saga poliziesca più di successo della storia e che continua a fare la fortuna di produzioni televisive e cinematografiche in giro per il mondo!
Ben quattro editori rifiutarono di pubblicare La fattoria degli animali di George Orwell e un quinto, dopo aver inizialmente accettato, cambiò idea. Il motivo? Si temeva che le tematiche affrontate avrebbero messo in pericolo l’alleanza tra Inghilterra, Stati Uniti e Unione Sovietica. Solo nel 1945, dopo la resa della Germania nazista, La fattoria degli animali trovò finalmente un editore.

Sicuramente fare l’editore non è un mestiere facile. Vanno però distinti i rifiuti effettuati sulla base dei parametri redazionali (qualità del testo, innovatività della proposta, ecc…) e quelli sulla base di considerazioni prettamente commerciali. Anche perché i secondi, quasi sempre, penalizzano gli autori esordienti o coloro che non hanno vendite pregresse particolarmente forti.
Noi crediamo che la scelta qualitativa spetti ai professionisti del libro, mentre possano essere i lettori (chi meglio di loro?) a dichiarare o meno il loro interesse nei confronti di un libro.

Abbiamo rischiato di non leggere mai La fattoria degli animali, Sherlock Holmes, Lolita e Harry Potter. Invece li abbiamo letti, riletti, amati. E hanno cambiato per sempre il loro genere di riferimento. Noi siamo sicuri, anzi sicurissimi, che i lettori non li avrebbero bocciati, se avessero avuto voce in capitolo. E voi?

 

 

Il team di bookabook
Amiamo leggere e scoprire nuovi talenti. Crediamo nella forza del crowdfunding unita alla ricerca della qualità propria dell'editoria tradizionale. Digitale o profumo della carta? Tutti e due!
Il team di bookabook on sabtwitterIl team di bookabook on sabinstagramIl team di bookabook on sabfacebook

Partecipa alla discussione

Devi aver effettuato il login per pubblicare un commento.

Black Friday. Una selezione di eBook in offerta per tutta la settimana.Scopri quali
+ +