Accedi

Il figlio della farmacista

Era chiaro però che le cose non erano andate così
e che il ragazzo non aveva dormito lì, né vi era stato sorpreso indifeso, nel sonno,
come la messinscena – perché di questo si trattava, dopotutto – intendeva suggerire.

Seleziona l'opzione d'acquisto

5,9911,00

Svuota
Quantità

A volte un caso diventa un pensiero fisso, un’ossessione che occupa la mente come un ingombrante mazzo di chiavi nelle tasche, qualcosa che
devi portarti dietro per forza, ma di cui ti sbarazzeresti volentieri. Sono le storie che turbano le persone semplici, come Antonio Benciveglia, poliziotto per vocazione e uomo votato unicamente alla famiglia e al suo capo, il commissario Maria Laura Serralta. Insieme, i due si trovano a indagare sulla morte di Francesco Bianchi, il figlio della farmacista del paese, ritrovato nel letto della fidanzata con un foro di proiettile nella nuca.
Mentre uno scomodo passato torna a tormentare il commissario Serralta, le indagini si aggrovigliano al quotidiano e pacifico rimestare delle chiacchiere e all’intreccio di conoscenze altolocate, fra i riti, i vezzi e i pregiudizi della provincia italiana, dove apparentemente non succede mai nulla. Beghe piccole e grandi, ombre, misteri e dubbi si accavallano in un giallo che forse non è un giallo. A partire dal primo, e forse più inquietante enigma: siamo davvero sicuri che il ragazzo sia stato assassinato?

Leggi l'anteprima

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il figlio della farmacista”

Mirella Marchione
MIRELLA MARCHIONE è nata e vive da sempre a Sora (FR). Avvocato civilista,
sposata e con due figli, racconta nelle sue storie la vita e gli umori della
provincia italiana dove vive, fra le mille suggestioni dei romanzi che divora
con passione. Il figlio della farmacista rappresenta il suo esordio letterario
Mirella Marchione on sabfacebook

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie