Accedi Registrati

La figlia sconosciuta

kyaw-tun-340025
Overgoal! Un ufficio stampa curerà la visibilità sulla stampa tradizionale e su quella online. Un promotore professionale proporrà il libro ai librai, una strategia dedicata di marketing online consiglierà il libro a nuovi potenziali lettori.
Goal! Il manoscritto passerà alla fase di editing, revisione, progetto grafico e stampa. Una volta pronto, il libro verrà pubblicato in formato cartaceo e ebook, e reso disponibile all'interno del circuito di Messaggerie Libri e nei più importanti store online.
129% Completato
257 Copie vendute
Svuota
Quantità
Bozze disponibilii
Se pre-ordini il libro, potrai cominciare a leggere subito le bozze del manoscritto

“Non riuscivo a non pensare allo sguardo che mi aveva trapassato. Non mi aveva ignorata, mi aveva attraversata, come se non fossi stata lì, come se non esistessi. Che cos’ha papà?”.
Francesca è sposata e madre di due bambini piccoli. È appena rientrata al lavoro dopo un periodo di stacco che le ha permesso di seguire i figli e di ovviare al crescente senso di colpa nei loro confronti. Il peso di un passato carico di silenzi, dell’assenza costante del padre, un celebre pittore egoista e prevaricatore, sposta ancora l’ago di una fragile stabilità.
Una promozione al lavoro sembra farle respirare aria fresca, ma i ricordi del passato tornano a fare capolino in ogni momento. Vediamo Francesca adolescente procurarsi lesioni alle braccia, fino all’avvelenamento causato dalle foglie d’oleandro, le stesse che porterà sempre in borsa come una sorta di amuleto. Poi la ritroviamo felice, grazie all’incontro con Luca, che le ha dato la famiglia che lei non ha mai veramente avuto.
Dopo l’altalena di ricordi Francesca torna a vivere nel presente. È a una cena di lavoro con il marito che incontra Matteo, che diventa l’amante su cui sfogare istinti inconfessabili.

Perché ho scritto questo libro?

Desideravo scrivere una storia forte, ispirandomi ai romanzi che amo, al cinema e soprattutto alle serie TV americane, che costruiscono personaggi di donne formidabili, ma senza alcuna idealizzazione. La mia protagonista ha molti difetti, vive e ama come può e decide di non tirarsi indietro davanti alle sfide. Scrivendo ho scoperto una parte di me: nella vita di tutti i giorni siamo portati a contenere le emozioni invece sulla carta possiamo liberare l’inconscio e fare tutto ciò che vogliamo. È stata un’esperienza faticosa, ma esaltante.

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

  1. (proprietario verificato)

    Spero di poterlo leggere presto tutto di un fiato perché le prime pagine mi hanno lasciato in sospeso. Bella storia di donna coraggiosa nella difficile vita di oggi.

  2. (proprietario verificato)

    E’ come leggere Anna Karenina. Ci si riesce a districare tra famiglie felici e infelici, tradimenti, rapporti tesi con i genitori, contemperamento tra lavoro e famiglia. Sempre di corsa, Francesca vuole avere una vita sua, autonoma e indipendente. E trova pure il tempo per un amante. Una gran donna.
    Si legge tutto d’un fiato. Chapeaux.

  3. (proprietario verificato)

    la sinossi mi ha già conquistata, sarà un libro da assaporare con calma oppure da divorare in pochi giorni ? vi saprò dire ;-))

  4. (proprietario verificato)

    Mi sono subito identificata in Francesca e sto andando avanti come un treno! C’è un po’ di tutte noi donne in questo bellissimo romanzo! Brava! Tifo per te!

  5. Lucia Claudia

    (proprietario verificato)

    Per il momento sono riuscita a leggere solo le prime 20 pagine, di agile e scorrevole lettura, e che mi hanno subito catturato ed interessato. Ho apprezzato molto anche la tecnica e lo stile narrativo. Non vedo l’ora di completarne la lettura!

Lascia un commento

Sara Recordati
Sara Recordati è nata nel 1972 a Milano, dove si è laureata in Lettere con indirizzo in Storia dell’arte. Dopo l’Università ha vissuto a New York, dove ha lavorato presso importanti musei come il Solomon R. Guggenheim Museum e il Metropolitan Museum of Art. Rientrata in Italia, è diventata giornalista professionista e oggi lavora nella redazione del settimanale Gente di Hearst Magazines Italia, dove si occupa principalmente di spettacoli. Intervista attori, registi e scrittori, che la ispirano per i suoi racconti. Adora l'arte, i libri, il cinema, le serie Tv e la sua famiglia, alla quale dedica tutto il tempo libero. La figlia sconosciuta è il suo primo romanzo.