Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Signore, è ora di contare!
Manuale di consapevolezza finanziaria

Piccole donne, grandi risparmi: manuale di consapevolezza finanziaria

La campagna di crowdfunding è terminata, ma puoi continuare a pre-ordinare il libro per riceverlo prima che arrivi in libreria

Svuota
Quantità
Consegna prevista Novembre 2021

Mi chiamo Ami e sono la tua amica che lavora in banca.

Sono convinta che nella vita tutte dovremmo avere un’amica avvocato, una dentista e una che lavora in banca. Ecco, io ho deciso di diventare l’amica di chi vuole prendere in mano la propria situazione finanziaria e non sa da dove iniziare.

Con questo libro ti prenderò per mano e, passo dopo passo, affronteremo tutti i dubbi e le incertezze che ci colgono quando affrontiamo il nostro portafogli.

Con un linguaggio semplice, dei test di autoconsapevolezza ed esempi pratici, capiremo che tipo di risparmiatrice sei, a che punto sei nella creazione del tuo patrimonio, come prendere serenamente grandi decisioni come comprare casa, risparmiare e gestire le proprie spese, che banca scegliere e se sia arrivato il momento di buttarsi nel mondo degli investimenti.

Sarà un bel viaggio in compagnia di una amica esperta: pronta a partire?

Perché ho scritto questo libro?

Per gettare le basi per un approccio consapevole al mondo dei soldi.
Mi sono accorta che molte donne si tengono lontane dalle banche e hanno timore di gestire i loro soldi per una serie di motivazioni: anni di crisi e scandali, la convinzione che la finanza sia un mondo “non per tutti” e che parlare di danaro non sia accettabile per persone bene educate.
Per invertire questo trend è necessario diventare consapevoli ed è questo lo scopo del mio libro.

ANTEPRIMA NON EDITATA

IL CICLO DELLA VITA

Non si tratta di una lezione di biologia, ma di finanza: infatti per iniziare a parlare di soldi in maniera proficua è importantissimo avere ben presente che la nostra vita non è sempre la stessa e che in ogni momento si affrontano situazioni ed esigenze diverse.

Ti sembrerò un po’ “zen”, ma quando si parla di soldi sono necessari distacco e consapevolezza.

I soldi sono un elemento importante per la nostra vita, ma servono a soddisfare i nostri bisogni, non devono essere il fine ultimo. Ogni momento della nostra vita richiede l’impiego di maggiori o minori risorse, negarlo sarebbe una falsità: anche se il nostro sogno fosse quello di andare in India a meditare, avremmo bisogno dei soldi per il viaggio e, seppur pochi, anche per la permanenza. Proprio perché sono uno strumento e non il fine, dobbiamo togliere dai soldi ogni componente emozionale: possiamo essere super felici per la torta appena sfornata ma difficilmente ci commuoveremo dinnanzi al sacco di farina. Allo stesso modo le nostre energie ed emozioni devono confluire nella nostra vita o nel nostro sogno/progetto senza condizionare la parte finanziaria, cioè il momento in cui facciamo i conti per capire il budget necessario per realizzarlo.

Continua a leggere

Continua a leggere

Ciò detto, fai un respiro profondo e inizia a leggere.

I soldi scorrono nella nostra vita come un torrente di montagna: chiudi gli occhi e immagina un ruscello in qualche amena località alpina. A tratti scorre placido e forma dei laghetti trasparenti, in altri momenti acquista velocità e scorre via in mille rivoli velocissimi. Allo stesso modo il denaro entra ed esce dalle nostre tasche prendendo direzioni diverse e dandoci risultati diversi.

Durante la tua vita affronterai, hai affrontato o stai affrontando periodi più o meno lunghi che possiamo definire fasi. Nello specifico:

  • fasi di accumulo passivo: quando si è piccoli, se siamo fortunati, qualcuno mette da parte i soldi per noi per gli studi o per le mille destinazioni che la vita ci proporrà;
  • fasi di accumulo attivo: i primi lavoretti, una fase di stabilità nella nostra vita, una oculata gestione del nostro budget, un aumento delle entrate. Tutto ciò ci permette di mettere da parte dei soldi e costruire un patrimonio personale;
  • fasi di spesa: l’acquisto di una casa, la nascita di un bambino, un trasloco, un master, un corso, la realizzazione di un sogno. Prestiti, mutui, spese… Sembra che nulla si fermi nel fondo delle nostre tasche. I soldi escono rapidamente e senza la possibilità di interrompere questo flusso. Qualsiasi cambiamento nelle nostre vite può comportare delle spese più o meno ingenti, alcune programmate come l’acquisto di una casa (spenderai non solo i tuoi soldi ma anche quelli di altri, vedi banca), altre inaspettate

Tutte queste fasi fanno parte della nostra vita e vanno affrontate allo stesso modo: con distacco e consapevolezza.

Mi chiederai: Cos’è la consapevolezza quando si parla di soldi?

Consapevolezza monetaria significa sapere a che punto si è a livello economico e che margini di manovra sono possibili quando si considerano le nostre necessità e, sì, anche sapere quando non ce ne sono. Vuol dire sapere dare una risposta alla domanda “Dove vanno a finire i miei soldi?”. È sapere che comprare un’”offerta irripetibile con lo sconto dell’influencer di turno” non è una debolezza del momento ma una scelta e assumersene la responsabilità.

Non aver paura: ci arriveremo pagina dopo pagina e, alla fine, rileggendo queste righe riderai di quanta paura avessi all’inizio!

MA DOVE VANNO A FINIRE I MIEI SOLDI?

Questa domanda è la pietra miliare su cui si basa il tuo rapporto con i soldi. Quando ti parlo di consapevolezza, intendo che nessuno ti giudica per come spendi i tuoi soldi, ma è importante che tu, dentro di te, sappia esattamente come e perché li spendi. Dare una risposta a questa domanda risolverà l’80% dei tuoi problemi con il denaro, se ne hai, e ti darà finalmente delle conferme togliendoti dubbi che nessuno ti ha mai chiarito.

Sei pronta?

Bene, torniamo al nostro ruscello di montagna. Il flusso del ruscello dei nostri soldi si dividerà in due corsi: uno finirà in una spumeggiante cascata, l’altro sfocerà in un placido e cristallino laghetto pieno di pesciolini.

Cosa rappresenta la cascata? Le nostre spese, cioè quelle somme di denaro che destiniamo all’acquisto di un bene o servizio che ci ripagherà di un bene o servizio più o  meno dello stesso valore. Facciamo una premessa: anche se ti impegni e costruisci una diga come i castori, non potrai mai arrestare il flusso verso la cascata, ma potrai renderlo meno imponente sia per forza sia per quantità. Le spese infatti sono strettamente legate al nostro stile di vita e lo mantengono, è un meccanismo naturale: ognuno di noi necessita di beni o servizi prodotti da altri e, sia che li paghi con denaro o con altre prestazioni, la necessità di procacciarsi questi beni o servizi comporterà una spesa. Ovviamente il nostro stile di vita è caratterizzato da quante delle nostre risorse destiniamo alla soddisfazione di determinati bisogni.

L’affitto, l’abbonamento dell’autobus, la rata della macchina, sono tutte spese?

Sì, mettiti l’animo in pace, sono tutte spese, ma basta prenderne coscienza per viverle con più serenità e imparare ad affrontare le “sirene” che ti invitano a spendere Altro che challenge sul risparmio, trucchetti per spendere meno o guru motivazionali che ti spiegano come attirare il denaro con la meditazione: la verità è che nel 90% dei casi quello che ti esce dal portafogli serve per pagare una spesa.

Ma niente panico! Non chiudere il libro depressa: sarebbe come lasciare a metà una ceretta! Prendere consapevolezza di alcune situazioni può essere anche fastidioso in un primo momento, ma è questo fastidio a indicarci che siamo sulla strada del cambiamento.

Un trend del marketing degli ultimi anni consiste nel far credere che determinati prodotti (il cappotto di cachemire, la scarpa firmata ecc.) siano in realtà degli investimenti. Mi spiace dirti che anche queste sono SPESE.

Sei liberissima di fare gli acquisti che vuoi e puoi permetterti, ma non illuderti di investire: al massimo, se la spesa è estremamente vantaggiosa, avrai diminuito il flusso di denaro destinato alle spese.

A meno che tu non sia una collezionista o abbia intenzione di tenere questi oggetti chiusi in un armadio senza toglierli dalla confezione originale, per poi rivenderli a un prezzo maggiorato, l’acquisto di beni di lusso è comunque una SPESA. Più luccicanti, più soddisfacenti per lo spirito, ma comunque SPESE. Oppure pensi che essendo di una qualità superiore dureranno più a lungo? Il fatto che un bene duri più a lungo permettendoti di risparmiare può essere interessante, ma è necessario che superi questo esame.

IL TEOREMA DEL CAPPOTTO:

come capire se una spesa è effettivamente vantaggiosa.

Formula: [(prezzo di acquisto) + (costi di manutenzione annui*numero di anni di uso del bene)]/ numero di anni di uso del bene

Vuoi comprare un cappotto in cachemire.

Al netto di eventuali sconti consideriamo quanto ti potrà costare: €1.200?€2.000? 3.000€?

Poi consideriamo quanto ti durerà: 6-10 anni?

Infine consideriamo la manutenzione: quante volte lo porterai in lavanderia, 2/3 volte l’anno?

Ora spalmiamo l’acquisto su 6 anni: mediamente ti costerà tra i 250€ e i 550€ annui in base al prezzo di acquisto.

Quanto hai speso in cappotti negli ultimi 5 anni? 250€ all’anno? Se la risposta è sì, la SPESA che vuoi affrontare sarà vantaggiosa, intelligente, smart, chiamala come vuoi, ma non un investimento.

Questo però non ti impedisce di acquistare un cappotto di alta qualità che permetterà di alimentare una filiera produttiva virtuosa e rispettosa dei produttori, difendere il made in Italy ecc. o che semplicemente ti piace: è importante che tu prenda questa decisione per i motivi giusti e non perché ti hanno fatto credere che avrai un vantaggio economico. Nessuno deve giudicare come spendi i tuoi soldi, ma non devi permettere a nessuno di condizionare le tue scelte.

BOX. CASE STUDY: LO SPAZZOLINO DA DENTI.

A volte ci sono spese minime e piccole abitudini quotidiane che possono veramente essere vantaggiose e farci risparmiare davvero tanti soldi con una minima spesa: lo spazzolino da denti e il suo corretto utilizzo.

Una spesa piccolissima, se rapportata al budget annuale, ma che se usato correttamente e con la giusta costanza ci ripagherà con un grandissimo risparmio.

Prima di entrare nel vivo del nostro percorso è molto importante che capiamo che tipo di risparmiatore siamo e in particolare che approccio abbiamo alla vita e al denaro.

Ricorda: è il nostro portafoglio che si deve adattare alla nostra vita, e non viceversa. Possiamo cambiare stile di vita ma per avere un giusto rapporto con i soldi dobbiamo partire da noi stessi.

Per questo motivo ti propongo un breve e divertente test: fatti sotto!

TEST: CHI SEI? DOVE VAI?

  1. Le tue scarpe preferite:
    1. Stiletto 12
    2. Scarpe da ginnastica
    3. Classiche e affidabili
  1. Il tuo libro preferito:
    1. Racconti brevi o aforismi
    2. Manuali self help
    3. Romanzi
  1. Il tuo mezzo di trasporto ideale:
    1. L’aereo
    2. La macchina
    3. Il treno
  1. Le vacanze:
    1. Isola tropicale
    2. On the road
    3. Villaggio o tutti i comfort
  1. La città in cui vorresti vivere:
    1. New York
    2. Berlino
    3. Firenze
  1. I tuoi progetti:
    1. Vivo last minute
    2. Ho un piano quinquennale
    3. Alla giornata con il cuore oltre l’ostacolo
  1. Investimenti:
    1. Pochi e affidati a terzi
    2. Programmati e oculati
    3. Lascio i soldi sul conto
  1. Metodo di pagamento preferito:
    1. Carta di credito
    2. Bancomat
    3. Ricaricabile
  1. Meglio:
    1. Un uovo oggi che una gallina domani
    2. Soli che mal accompagnati
    3. “Piuttosto” che niente
  1. Animale preferito:
    1. Delfino
    2. Cane
    3. Gatto

MAGGIORANZA RISPOSTE A: Sei avventurosa. Non hai programmi particolari ma ti fai guidare dal flusso. Se sei in questa categoria puoi essere molto giovane o “una giovane di ritorno” o sei quella che al pranzo di Natale considerano “la ribelle” di famiglia. Molto spesso vivi al limite delle tue possibilità e oltre: del resto è difficile pianificare finanziariamente con questi continui cambi di rotta. Prendere atto della tua vida loca è il primo passo per comprendere che puoi costruire un futuro anche godendoti il presente. All’inizio farai un po’ fatica a mettere a fuoco le tue esigenze ma pian piano ci riuscirai, specie quando capirai che il presente del domani è il futuro e che costruire oggi le basi del futuro lo renderà ancora più divertente e movimentato. Un po’ più di ordine nelle tue abitudini (per esempio tenere conto delle spese) ti aiuterà a gestire il tuo presente e a toglierti magari ancora più sfizi. Non dimenticarti però del tuo futuro e appena possibile prendi in mano la tua situazione finanziaria e inizia a risparmiare con metodo e continuità: il tuo futuro sarà ancora più fulgido!

MAGGIORANZA RISPOSTE B: Sei concreta e sai cosa vuoi, almeno a grandi linee, e sicuramente sai cosa NON vuoi. Hai una idea della tua situazione finanziaria, ma sei molto concentrata nel tuo lavoro o nel programmare il tuo futuro. Se appartieni a questo profilo, sei giovane o sei una che ama “il fare” e costruire. Sei la stakanovista di casa, hai il cellulare infuocato e le persone sanno che “devono prenderti al volo”. Il tuo motto è “Sempre più in alto”. Spendi per crescere e risparmi per crescere ancora di più. Tutto giustissimo, ma ogni tanto devi pensare a goderti il presente. Sicuramente tieni un budget delle spese e investi già i tuoi risparmi. A volte non hai tempo per aggiornarti e tenerti al passo con le novità economiche, ma hai qualcuno di fiducia a cui rivolgerti (amico o professionista che sia) e ogni tanto ti aggiorni in autonomia. Può anche accadere che ti accorgi improvvisamente di aver dei soldi sul conto e di non sapere che farne. Non cadere nella routine e tieniti aggiornata, a volte i mille impegni che hai rischiano di distrarti. Ricordati di fare il punto della situazione una o due volte l’anno.

MAGGIORANZA RISPOSTE C: Sei tranquilla e ami la tua vita. Progetti e sogni, ma non sempre hai il coraggio di buttarti. Se appartieni a questo profilo, puoi essere sempre stata così o hai raggiunto una età in cui cerchi più la felicità che le emozioni. Pianifichi come se fosse tutto sempre così, ma in realtà devi tener presente gli imprevisti proprio per avere sempre la tua dose di tranquillità. Il fatto che tu non voglia troppe preoccupazioni non ti esime dall’interessarti direttamente dei tuoi soldi o di quelli di famiglia. Chiedi, informati e confrontati: non delegare! Interessarti dei soldi, programmare spese e investimenti non turberà la tua tranquillità, ma ti renderà più serena. Esci dalla tua zona di comfort e inizia pian piano: l’aver in mano questo libro ti dice che sei già sulla buona strada.

2021-04-12

Aggiornamento

Ciao a tutti, o meglio, ciao a tutte! Vi scrivo per annunciarvi che per la serie "chiamate il coach" di Vanity Fair è uscito un podcast dal titolo "donne e consapevolezza finanziaria". Una bella intervista con Rossella Fiore in cui parliamo del perchè noi donne dobbiamo interessarci, molto più degli uomini, dei nostri soldi. Li lascio il link per ascoltarla da Spreaker https://www.spreaker.com/show/chiamate-il-coach ma potete trovarla sulle principali piattaforme (da Spotify a Google Podcast). A presto!

Commenti

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Signore, è ora di contare!
Manuale di consapevolezza finanziaria”

Condividi su facebook
Condividi
Condividi su twitter
Tweet
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Pecuniami
Mi chiamo Ami F. e lavoro in banca da venti anni. Ho iniziato allo sportello cambi di una banca nel bresciano durante gli studi universitari e non mi sono più fermata: sono stata consulente titoli, analista crediti, viceresponsabile e direttore di filiale.
Nel frattempo sono successe molte cose: il cambio lira – euro, la crisi dei mercati finanziari, la crisi del credito e le sue ancora attuali conseguenze. E sono riuscita a laurearmi in Giurisprudenza!
Ora mi occupo di credito deteriorato in una grande banca e sono sicura che la consapevolezza dei meccanismi del mondo dei soldi possa evitare problemi a tantissime persone.
Per questo motivo nel 2019 è nata la mia pagina instagram @pecuniami. Qui, con tutta la passione che ho per il mio lavoro, mi prodigo per insegnare a più persone possibile che il mondo dei soldi è accessibile e va vissuto con consapevolezza e serenità.
Pecuniami on FacebookPecuniami on Instagram
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie