Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

tuttoattaccato

Svuota
Quantità

Sandra gestisce la Puteca, una bottega a Marina di Vietri, in cui contrabbanda favole e vestiti usati. La Puteca, però, non è solo un emporio: è un crocevia in cui si incontrano le storie umane e struggenti di quattro amiche che vivono la loro vita pagando lo scotto di un passato doloroso. Un passato che a volte agisce sul presente, acquattato nella penombra dei ricordi, a volte, invece, si manifesta in carne e ossa a metterle alla prova. Ma salvarsi non è sempre e solo uscire indenni dalle difficoltà, perché la vita è un sentiero complesso che intreccia gioia e dolore, colpa e perdono; è un universo in cui nulla vive per sé, ma ogni elemento esiste in rapporto con gli altri… tuttoattaccato.

PERCHÉ NON RESTI?

Come fai a fare questa faccia, io non lo so. Dove la prendi? In che punto la inventi? Ti viene fuori sempre nello stesso momento. Una madeleine che si ripete all’infinito. Il momento in cui la carne sta per mischiarsi e non conosce più contorni. Non si sa più dove finisce il corpo mio e dove comincia il tuo. Un attimo prima. Sempre un attimo prima di fare l’amore. Tu ti fermi e arresti il tempo. Tutto nel mondo sospendi con la potenza del tuo sguardo. Le onde il vento la pioggia. Le carezze delle madri sulle facce dei figli. I baci e i delitti degli altri innamorati. Perché tu mi devi guardare. Con questi tuoi occhi azzurri che si allungano all’ingiù, come reti di pescatori quando c’entra dentro il mare. È lì che mi tieni, al mare, tu mi metti proprio in mezzo all’azzurro. È lì che mi ami. Fai questa faccia seria, anzi, no, non seria, solenne direi, quanto la cerimonia che sta per ripetersi fra di noi. Una cerimonia perfetta che si consuma tutta in questo letto in cui io e te ci amiamo così tanto.

Continua a leggere

Fino alla cima di una montagna da cui ci buttiamo giù abbracciati, perché più di così non si può salire e noi due non abbiamo paura di volare, adesso. E mentre siamo in volo, e mentre stiamo precipitando consapevoli che non cadremo, che non ci faremo male, questa tua faccia mi dice: «Lo capisci che senza di te non sono niente? Lo vedi che ti metto proprio al centro del mare che si muove negli occhi miei?». Intanto la tua manodestra mi ricama carezze sul viso. Le tue dita, sempre alla stessa maniera e sempre con rinnovata meraviglia, vanno a cercare il naso. Le ciglia, come a volerle contare a una a una. E infine la bocca rossa senza rossetto. Sembri non capacitarti di aver ritrovato tutti i pezzi che compongono il mio volto al solito posto. Sempre qui. Sempre in attesa di te. Io non so come va per te, Giulio, e non oso chiedertelo, ma io l’amore così non l’ho mai fatto con nessuno in vita mia. Ho avuto uomini, pochi e piccoli, che mi spogliavano in fretta e ancora più di corsa mi prendevano. Quasi come fosse un pensiero da togliersi, finire. E non mi stringevano come fai tu, che sei stato il primo a toccarmi la carne senza farmi sentire che era troppa, che era sbagliato averne così tanta sui fianchi. No, con te ho sentito, per la prima volta, che il mio corpo andava bene. Così com’era.Io non sapevo niente di quello che può succedere fra un uomo e una donna sulla cima di una montagna, di come ci si potesse buttare giù tenendosi stretti, senza paura di rompersi. Io non sapevo niente di quello che succede quando ci passa in mezzo l’amore, fra due persone.E allora, mi chiedo ogni volta che il viaggio finisce e ci ritroviamo abbracciati in un letto sconcicato: dopo tanta magnificenza, come fai tu ad andartene? A tornare a casa tua? Dalla tua compagna? Come fai a dormire con lei? Come puoi scrollarti di dosso con tanta facilità lo splendore dei nostri incontri?
Quando atterriamo nel nostro letto, io mi sento stravolta per essermi buttata giù assieme a te dalla nostra montagna. Mi sento ridicola perché mi sono esposta troppo, tutta. Perché dopo ogni volo, come una stupida, vado giù convinta che sia stato quello buono. Quello troppo meraviglioso, troppo bello, troppo tutto perché tu possa comunque ritrovare la voglia di ammucchiarti addosso i tuoi panni e andartene via. Non riesco a stare rilassata fra le tue braccia, dopo. In quel tempo di mezzo fra l’amore e il rivestirsi ci sono infinite possibilità. Trascorronominuti lenti e io, invece, sento l’ansia di scoprire che farai. Mi consumo nell’attesa di sapere cosa succederà. Mi affretto a chiederti se vuoi mangiare. Ho bisogno di togliermi dall’imbarazzo di chi aspetta come una scema una frase che poi non arriva mai.

2020-10-10

Evento

Marina di Vietri sul Mare, Salerno In ordine sparso, mi avete detto e scritto ieri: -Potresti fare anche l'organizzatrice di eventi. -Le stelle, aggrappate a un puntino di cielo con su scritto i titoli dei capitoli di tuttoattaccato, come segnaposto sono una sciccheria. -Hai preso qualche chilo, ma è una cosa buona, cioè stai meglio di quando sei secca secca! -Mi hai fatto emozionare -Mi hai fatto ridere -Mi hai fatto piangere -Mi hai fatto sognare -Voglio conoscere il Putecatore! -Quando uscirà il secondo libro? -Quanto è buona la tua crostata! -Quanto sono bravi i Saranno Vietresi, in particolare l'attrice che interpreta Sandra! Tutte cose meravigliose che mi hanno commossa❤ Le critiche, quindi, almeno per il momento, mi tocca farmele da sola! Grazie. Oggi è freddino, nuvoloso e tira vento. Ieri, invece, sembrava ancora estate a Marina di Vietri, come se mai incombesse l'inverno su di noi... pure il Sole vuole bene a #tuttoattaccato❤ #sarannovietresi #bookabook #romanzo
2020-10-10

Evento

Marina di Vietri sul Mare (Salerno) In ordine sparso, mi avete detto e scritto ieri: -Potresti fare anche l'organizzatrice di eventi. -Le stelle, aggrappate a un puntino di cielo con su scritto i titoli dei capitoli di tuttoattaccato, come segnaposto sono una sciccheria. -Hai preso qualche chilo, ma è una cosa buona, cioè stai meglio di quando sei secca secca! -Mi hai fatto emozionare -Mi hai fatto ridere -Mi hai fatto piangere -Mi hai fatto sognare -Voglio conoscere il Putecatore! -Quando uscirà il secondo libro? -Quanto è buona la tua crostata! -Quanto sono bravi i Saranno Vietresi, in particolare l'attrice che interpreta Sandra! Tutte cose meravigliose che mi hanno commossa❤ Le critiche, quindi, almeno per il momento, mi tocca farmele da sola! Grazie. Oggi è freddino, nuvoloso e tira vento. Ieri, invece, sembrava ancora estate a Marina di Vietri, come se mai incombesse l'inverno su di noi... pure il Sole vuole bene a #tuttoattaccato❤ #sarannovietresi #bookabook #romanzo
2020-09-17

Le Cronache

Tanti fiori, tanti complimenti, tanti biglietti accorati, tanti baci soffiati sulla punta delle dita, tanti abbracci veri anche se solo immaginati, tanto entusiasmo, tanta partecipazione, tanta commozione, tanta ospitalità, tanto tifo, tanto tanto bene. Mi sono piovuti addosso durante la prima presentazione del mio romanzo. E, ieri, il quotidiano Le Cronache ha dedicato la pagina della cultura al mio tuttoattaccato! tuttoassieme. tuttoattaccato. La presentazione del mio primo romanzo è diventata una sorta di celebrazione. Ho raccolto a piene mani i frutti seminati con costanza durante la mia vita. Come figlia sorella moglie mamma amica giornalista scrittrice di storie vere. Come donna. "Non cambiare mai!" la cosa bella che mi sento dire spesso. Non ci penso proprio: sono 43 anni che rivendico il diritto di essere così! #bookabook #tuttoattaccato #emozioni #soddisfazioni #gratitudine
2020-09-09

Evento

Nocera Superiore, Salerno La prima presentazione del mio primo romanzo è stata talmente piena di cose belle che non so racchiuderla in un solo aggettivo. Le storie del mio libro sono uscite dalle pagine e son diventate vere, grazie alle interpretazioni magistrali di Guido Mastroianni, Serena Rispoli e Carla Raimondi dei Saranno Vietresi - Arte in Movimento e Giovanni Marra. Essere tenuta a battesimo dalla giornalista Patrizia Sereno è stato per me un onore e un piacere: Patrizia è sì una grande professionista, ma è anche una donna sensibile, capace di emozionarsi, di cogliere tutto il sentimento che può impigliarsi in una mantella color mare in lontananza. E partendo con questa avventura dal ristorante Famiglia Principe 1968 di Lorenzo Principe mi sono sentita assolutamente a Casa mia❤ Grazie a Salvatore Campitiello e Pasquale Cuofano per le bellissime parole che mi hanno dedicato. Grazie a Telenuova per essersi interessata all'evento. Grazie a Nunzio Ferrentino e La Vale per foto e riprese. Grazie a chi con entusiasmo ha preso parte alla prima festa di tuttoattaccato, fisicamente e virtualmente❤ Grazie grazie grazie. Mi sento come una che ha già vinto tutto quello che c'era da vincere. #tuttoattaccato #famigliaprincipe1968 #sarannovietresi #bookabook #romanzo
20 agosto 2020

Aggiornamento

Stanno arrivando le prime recensioni di "tuttoattaccato". Che magia, arrivare al cuore di chi sta leggendo il mio romanzo! Mi emoziono, strabuzzo gli occhi e ringrazio. E proprio ieri che il cerchietto blu si è colorato tutto, mi hanno attraversato il viso - come una carezza - le parole di Pinuccia.
04 agosto 2020

Confidenze, Stile Italia Edizioni

Sono onoratissima di essere questa settimana sul " mio" Confidenze (n.33), per la prima volta, da intervistata! Vi racconto come è nato "tuttoattaccato" il mio primo romanzo e perché ho scelto di pubblicarlo con bookabook.

Commenti

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “tuttoattaccato”

Condividi su facebook
Condividi
Condividi su twitter
Tweet
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Giovanna Sica
nasce il 4 marzo 1977. Vive a Nocera Superiore (Salerno) con Christian, Lorenzo, Isabel e Bianca (marito, gli e cane). Si laurea in Giurisprudenza con una tesi (Autismi: sogni, bisogni e diritti) in cui racconta l’autismo attraverso le testimonianze di chi lo vive. È una giornalista e un’autrice di storie vere, che pubblica sul settimanale Con denze da dieci anni; da sei sulla stessa rivista tiene delle rubriche (La Locanda di Giò, La Curiosa e Parole in musica). Da poco collabora anche con la rivista F. Prima che scrivere diventasse il suo mestiere ha fatto l’operaia in fabbrica. Impasta crostate alla Nutella che poi regala. Tuttoattaccato è il suo primo romanzo.
Giovanna Sica on Facebook
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie