Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

I cinque miracoli di Natale

I cinque miracoli di Natale
58%
84 copie
all´obiettivo
48
Giorni rimasti
Svuota
Quantità
Consegna prevista Settembre 2023
Bozze disponibili

Sasha è un giovane sniffatore di colla che, orfano dalla nascita, è costretto a vivere nelle fogne di Bucarest.
La notte della Vigilia di Natale, in preda a una crisi di astinenza, incontra Noros, un essere straordinario avvolto da un mantello ebano, con due grandi smeraldi al posto degli occhi.
L’uomo, sorretto da una nuvola scura, gli offre un desiderio da avverare ma il ragazzo, incredulo e ormai assuefatto ad una condizione di miseria, cerca di sfuggirgli per poi inaspettatamente unirsi a lui in uno spettacolare volo trasportato dalla Via Lattea, fra polveri e nebulose, passando per galassie e black hole.
Lungo le coste del Mar Nero ha luogo il primo di cinque straordinari miracoli che si susseguiranno nel corso di un’unica indimenticabile notte.
Non mancheranno momenti buffi che si alterneranno a profonde riflessioni, così il rapporto fra i due viaggiatori andrà via via crescendo, in uno scambio di vissuto ed emozioni vere sino a giungere a importanti rivelazioni.

Perché ho scritto questo libro?

“I cinque miracoli di Natale” era destinato ad essere un racconto breve, come tutti i miei scritti.
Poi, di notte, i protagonisti della storia hanno iniziato a prender voce nella mia testa, chiedevano di essere raccontati, non abbozzati. Così ci ho parlato, mi ci sono scontrata, ne ho cercato la spalla e, alla fine, non ho potuto far altro che accoglierli nella mia vita per portare un pezzo di loro anche nelle vostre.

ANTEPRIMA NON EDITATA

Anteprima

«Cosa cerchi?» gli chiese l’uomo.

«Io, ehm, io.. non l’ho fatto apposta, ero sovrappensiero» gli rispose frettolosamente.

«Non hai risposto alla mia domanda»  incalzò.

«Cerco della colla» ribatté, sorpreso della sua schiettezza. Quell’uomo avrebbe potuto essere chiunque, come gli era saltato in mente di nominare la colla?

«Cosa cerchi, davvero?»

«Cerco una parvenza di umanità mentre affondo nella miseria della mia vita» le parole gli uscirono di getto, come una liberazione.

Una folata di vento gelido li avvolse, si potevano appena udire note gioiose di musica sacra provenire dalla grande Cattedrale, un cane da qualche parte ululava al cielo buio e privo di stelle.

Fu allora che il tempo si fermò.

Continua a leggere

Continua a leggere

Le sagome delle persone alle finestre erano, ora, immobili come cartonati abbandonati in un vecchio magazzino, le lancette dell’orologio in cima al campanile avevano smesso di giocare a rincorrersi, le goccioline d’acqua che cascavano da una vecchia grondaia si cristallizzarono, rimanendo sospese a mezz’aria, come pezzi di vetro scintillante… tutto era privo di anima vitale.

L’uomo abbassò appena il cappuccio e mostrò parte del viso, era forse un angelo quello che si trovava al suo cospetto?

Due smeraldi puri erano incastonati nelle cavità al posto degli occhi, il resto del viso appariva come un vortice nero, tetro… spettrale.

Un Angelo o un Diavolo? La differenza sembrava sottile, inquietante, allarmante, tanto affascinante quanto sconvolgente.

«E se in tutta questa miseria, fossi in grado di offrirti un desiderio da avverare? Uno e soltanto uno, tu, cosa chiederesti?»

Sasha si guardò intorno, sgomento. Era ancora sotto l’effetto della colla? Probabilmente sì perché gli sembrava di vivere un’allucinazione.

Doveva cercare la prova che quello che stava vivendo era reale così si avvicinò con passo incerto alla grondaia vicina, allungò la mano sporca e scarnita verso quei cristalli di vetro e, non appena li toccò, iniziarono a girargli vorticosamente attorno come meteoroidi smarriti in una galassia sconosciuta. Tutt’in giro, rilasciavano la loro sottile e luminosa cometa trasformandosi in una fitta pioggia di stelle cadenti che gli finì sul viso.

Le lancette, prima ferme alle ore 21, ricominciarono a rintoccare e tutto lo scenario intorno riprese vita; l’uomo, però, era scomparso nel nulla dal quale era apparso.

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “I cinque miracoli di Natale”

Condividi
Tweet
WhatsApp
Valentina Masella
Sono Valentina, ho 43 anni e vivo nella bellissima e martoriata Taranto.
Sono mamma di tre fantastici e scapestrati esseri umani a cui dedico tutte le mie energie ricevendo, in cambio, continue overdose di puro amore e guai.
Ho fatto l’assicuratrice per oltre vent’anni tenendo sempre chiusi nel cassetto racconti e desideri.
Ho una grandissima passione per le serie tv, il cinema e la lettura.
E... lo ammetto, ho una patologica passione per il Natale, il titolo del mio romanzo non è un caso.
Valentina Masella on FacebookValentina Masella on Instagram
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie