Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Il Diario della Ragazza Riccia

Il Diario della Ragazza Riccia
100%
200 copie
completato
42%
29 copie
al prossimo obiettivo
Svuota
Quantità
Consegna prevista Novembre 2022

C’è chi li vuole lisci e setosi, chi mossi e sensuali, ma tutte concordiamo su un punto: detestiamo i capelli crespi. Non immagini quante volte ho dovuto lottare contro i miei capelli prima di trovare la soluzione.
Ero arrabbiata con me stessa per aver mollato e con il mondo per le etichette che aveva dato al capello riccio che non mi permetteva di sentirmi a mio agio.Quando ho scoperto di avere un tumore alla tiroide, mi sono sentita sovrastata da mille sentimenti e paure, non solo pensavo a mia figlia che aveva bisogno di una mamma ma pensavo a cosa sarebbe successo ai miei capelli dopo la terapia, in quel momento capii che dovevo fare che fosse di esempio per mia figlia e per tutte le donne che leggeranno questo libro. Mi sono rimboccata le maniche ed ho iniziato nuovamente a curare i miei capelli con l’obiettivo di accettarne la forma e la personalità. Da questa necessità è nato questo diario. Utile sia per chi ha fatto o vorrà fare i percorsi con me ma anche per chi non è pronto

Perché ho scritto questo libro?

In rete ci sono infinite informazioni riguardo ai capelli ricci ma quali sono vere e quali solo delle pubblicità di prodotti commerciali?
La cosa più difficile è capire quali sono le tecniche, i prodotti e i trattamenti più adatti ai vari tipi di capello.
In questo libro troverai un guida pratica per scoprire le caratteristiche dei tuoi capelli, in modo da riconoscere subito ciò di cui hanno bisogno. Non dovrai più impazzire cercando su internet ma qui troverai tutte le informazioni necessarie.

ANTEPRIMA NON EDITATA

GLI INDISPENSABILI

Prima di iniziare voglio farti le mie congratulazioni per la scelta che hai fatto di recuperare i tuoi ricci e lasciarli completamente naturali.

Non sarà un percorso facile ma sarà molto divertente.

Sappi che non sei da sola, ci sono passata anch’io, e ho capito che per raggiungere un buon risultato ci vogliono fede, costanza e pazienza ma ti assicuro che non te ne pentirai!

Provaci.”

E se va male?”

Provaci di nuovo”

Ci sono tante cose che devi sapere, ma andiamo per ordine:

  1. Cosa ti serve avere per gestire e curare i tuoi ricci?
  • Prodotti
  • Accessori

Ora prendi una matita e segna con una X quale dei seguenti articoli hai già.

Continua a leggere

Continua a leggere

Di base ti servono 6 prodotti

  • Shampoo
  • Balsamo
  • Maschera
  • Crema arricciante
  • Gel
  • Olio

Adesso sai cosa devi acquistare per la pulizia e definizione, ora gli passiamo agli accessori.

Quelli indispensabili sono:

  • Spazzola
  • Pettine
  • Diffusore
  • Spruzzino
  • Asciugamano in microfibra
  • Protezione notturna
  • Pinze

Quanti di questi hai già?_____

Quali devi acquistare?___

Tranquilla una cosa alla volta, ora ti dirò a cosa serve ognuno dei precedenti articoli e come li puoi sostituire.

Iniziamo dai prodotti…

Mi dispiace, i prodotti sono tutti indispensabili. ti spiego perché.

Lo shampoo, è indispensabile per la pulizia del cuoio capelluto non solo toglie la sporcizia ma anche l’eccesso di prodotto.

…cosa il cowash? Certo, puoi usarlo ma la pulizia profonda con shampoo serve sempre.

Il balsamo, ha una azione emolliente che ti aiuta a districare ed idratare il capello e in alcune occasioni può essere usato negli impacchi.

La maschera, nutre, ripara e idrata i capelli. Adatto per mantenere l’equilibrio del ricci.

La Crema arricciante, ha la funzione di modellare i capelli, obbligatorio per lo styling.

Il Gel. è un “memorizzatore” di ricci, ti aiuterà a sigillare lo styling per farlo durare più a lungo.

L’olio, ha il compito di idratare, nutrire, sigillare e mantenere la lucentezza dei capelli.

Lo so cosa ti stai chiedendo, quali sono i prodotti adatti a me?

Per prima cosa devi capire che alcuni prodotti contengono ingredienti non “adatti” ai capelli, come parabeni, oli minerali, alcool, solfati e alcuni siliconi.

Cosa ti consiglio? Non impazzire con gli ingredienti, sopratutto gli ultimi due dell’elenco precedente. Infatti, esistono dei siliconi solubili (si rimuovono facilmente con l’acqua) e quelli insolubili (richiedono più tempo e l’uso di shampoo con solfati). Il solfato invece è un tensioattivo che rende i prodotti più schiumeggianti, e in caso di lavaggio purificante potrebbe tornare utile ma come in ogni cosa il “troppo storpia”

Hai ragione, sono caduta di nuovo nelle parole difficili

Prima di continuare con il discorso, che prodotto scegliere, parliamo degli accessori che dovrai avere per iniziare il tuo percorso #conoscoimieiricci

Spazzola e Pettine: sono uno degli accessori indispensabili per ottenere un buon risultato e si dividono in due categorie, spazzola per districare e spazzola per definire, ci sono di ogni tipo, denman, detangler, tangler teezer, a denti larghi, pettine afro.

Queste ultime possono essere sostituiti con le mani.

Spruzzino: di tutti i modelli esistenti, preferisco il nebulizzatore perché vaporizza inumidendo senza bagnare, spruzza l’acqua in modo uniforme e copre facilmente grandi aree dopo una sola pressione. In alternativa puoi bagnare le ciocche prendendo l’acqua con le tue mani direttamente dal rubinetto.

Asciugamano in microfibra: assorbe l’eccesso d’acqua dai capelli senza togliere l’umidità naturale dei ricci, cosa che succede con gli asciugamani in spugna che assorbono troppo rendendolo secchi.

L’alternativa? Una semplice maglietta in cotone preferibilmente bianca che  usi solo per i capelli.

Qualsiasi delle due tu scelga ricorda che questo accessorio va usato per tamponare l’eccesso d’acqua e non per “strofinare”

Diffusore, distribuisce uniformemente il calore, protegge la fibra capillare dal soffio diretto del phon, e se non ce l’hai ecco l’alternative per te

Per chi ama avere un riccio definito lo scolapasta è l’opzione migliore al diffusore.

Per chi invece ama avere dei ricci voluminosi, può provare il plopping!

Protezione notturna: durante la notte i capelli, sopratutto se lasciati sciolti, sfregano con il tessuto dei cuscini, togliendo la poca idratazione che hai.  Generalmente, le federe vengono create con tessuti come il lino o il cotone, i quali assorbono umidità.

Allora come puoi risolvere? Semplice, procurati un buff o cuffia in seta o lycra e dormi con i capelli coperti, proprio com efacevano le nonne.

In alternativa, usa una federa in seta e raccogli i capelli in un ananas con un invisibubble, ma mi raccomando non dormire con i capelli sciolti.

Pinze: sono necessarie per sezionare i capelli al momento di definire. In commercio ne trovi tante ma io preferisco le Alligtor che si regolano automaticamente per contenere qualsiasi quantità di capelli. Non importa quanto spessi e folti siano, e non lasciano quelle “ammaccature” o segni terribili tra i capelli. In alternativa usa l’invisibubble per isolare le ciocche da quelle che devi lavorare.

Quando avrai bisogno di raccogliere i capelli, idealmente dovresti farlo con uno Scrunchie di seta o Invisibobble.

 

Muy bien mi querida rizada, adesso sai come nascono i capelli ricci, quali sono i prodotti e  gli accessori che ti occorrono per gestirli al meglio…

Ora pero torniamo alla domanda che ti sei fatta prima, quali sono i prodotti adatti? É arrivato il momento di scoprire lo stato attuale del tuo capello e conoscere le sue caratteristiche,

SEI PRONTA?

2022-02-17

Aggiornamento

Hola, Sono veramente molto grata per il tuo supporto. In meno di 24H abbiamo raggiunto il 25% di preordini, dico abbiamo perché questo risultato è grazie a te. Audrey ❤️

Commenti

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il Diario della Ragazza Riccia”

Condividi su facebook
Condividi
Condividi su twitter
Tweet
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Audrey Lozano
Il Mio nome è Audrey, sono una ragazza Colombiana residente in Italia dal 2008, 34 anni, nata sotto il segno del Capricorno. Mi sono trasferita in Italia con molti sogni, progetti… e la piastra, eh sì, quella non poteva mancare.
Per molti anni ho stirato i miei capelli, altrimenti non mi sarei mai sentita all'altezza di niente, come ad esempio, un lavoro rispettabile, non sarei stata soggetto di commenti, critiche e sguardi scomodi. Un giorno, ormai stufa di tutto questo, ho deciso di dare un’opportunità ai miei capelli e lasciarli naturali.
Nel 2021 ho iniziato a studiare presso l’accademia del Riccio Rizos Felices, con l’obiettivo di imparare a gestire i mie capelli.
Durante questo percorso scopro che tante donne avevano il mio stesso problema così decido di condividere la mia esperienza con loro e di creare “Conosco i miei ricci”. che ad oggi ha aiutato più di 300 ricce
Audrey Lozano on FacebookAudrey Lozano on InstagramAudrey Lozano on Wordpress
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie