Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

F-Day - Il risveglio dell'uomo

F-Day - Il risveglio dell'uomo

La campagna di crowdfunding è terminata, ma puoi continuare a pre-ordinare il libro per riceverlo prima che arrivi in libreria

Svuota
Quantità
Consegna prevista Settembre 2022
Bozze disponibili

Karl Drayton è uno come tanti, ma un piccolo cambiamento nella sua vita innesca una reazione a catena che altera per sempre la sua visione del mondo. Comincia così a fare ricerche febbrili sulla psicologia umana, sul sistema socio-economico e le sue trappole, diventando assiduo frequentatore di siti che propongono una visione alternativa del mondo.

Tutto questo porta Karl a fondare un movimento online che riesce a coinvolgere migliaia di altre persone nel mondo che, come lui, cominciano a vedere il “lavora-compra-consuma-muori” come un mantra contro cui è imperativo ribellarsi, portandolo in un viaggio in cui approda infine in un luogo sulla Terra dove la sua nuova filosofia di vita potrebbe avere una possibilità concreta.

In un susseguirsi di scenari concitati e inaspettati colpi di scena, Karl Drayton diventa l’eretico che dà il via al conto alla rovescia per l’estinzione della più grande religione al mondo: il denaro.

Perché ho scritto questo libro?

Ho sempre pensato che l’umanità stesse notevolmente limitando le sue possibilità su questo mondo. Che se solo ci lasciassimo alle spalle le paure ancestrali che attanagliano le nostre vite saremmo liberi di creare un nuovo mondo luminoso di infinite possibilità. F-Day è la storia di uno solo dei possibili percorsi che possiamo intraprendere verso quel mondo di pace e giustizia a cui molti di noi aspirano.

ANTEPRIMA NON EDITATA

“È pronto, signor Presidente?” Disse il cameraman.

“Mmm” Baldur annuì. Il cameraman fece il conto alla rovescia con le dita. “Buonasera a tutti,” disse Baldur, “non ho certo bisogno di dirvi che gli eventi delle ultime 48 ore sono stati sconvolgenti, senza precedenti e piuttosto surreali. Mi rendo conto che le mie azioni da Presidente sono state forse poco convenzionali o addirittura eccentriche, ma credo che tutti mi conosciate abbastanza per credermi quando dico che non sono mai stato ingiusto o disonesto.

A quest’ora, io e alcuni membri di vari gruppi di pensiero avanguardista di tutto il mondo avevamo programmato una riunione per discutere delle future possibilità economiche dell’Islanda. Questo incontro avrebbe dovuto essere privato, visto che eravamo perfettamente consapevoli della natura sensibile delle nostre discussioni. L’incontro avrebbe dovuto essere puramente esplorativo. Ovviamente, qualcuno ha fatto trapelare queste informazioni e la speculazione sulla natura del nostro incontro è divampata in tutto il mondo come un incendio, portando alla caduta libera della nostra moneta e della nostra economia, come abbiamo visto in queste ultime ore.

In questo momento, il nostro governo sta prendendo in considerazione un pacchetto di salvataggio della Banca Centrale Europea che ci porterà di fatto nell’eurozona. Sono sicuro che molti di voi avranno sentimenti contrastanti, ma vorrei presentarvi una terza opzione che il vostro governo quasi certamente non vi presenterà.”

Continua a leggere

Continua a leggere

“Sono certo che tutti voi avrete notato che il sole si è levato oggi,” gesticolò indicando la finestra “che vi siete svegliati stamattina e praticamente tutto quello che sapevate del mondo ieri era ancora qui oggi? Siamo condotti a credere molto semplicisticamente che il collasso economico sia una catastrofe. Ma come potete vedere, non c’è alcuna catastrofe. Siamo ancora tutti qui, decisamente vivi, nessun osso rotto, il sole splende, il cibo cresce ancora nei campi, i bambini stanno ancora ridendo e giocando, ci sono ancora cose che devono essere fatte. La vita va avanti come prima.

Chiedetevi quanto la nostra vita economica costituisca un valore aggiunto che contribuisce effettivamente e direttamente alla nostra felicità e al benessere. La maggioranza di noi spende la maggior parte della vita a preoccuparsi del denaro, tanto da perdersi l’intero spettacolo. Cosa succederebbe se cambiassimo le regole del gioco? E se lo capovolgessimo del tutto? Cosa succederebbe se il gioco si chiamasse ‘sii felice’, anziché ‘diventa ricco’? Cosa faremmo diversamente? Cosa state facendo adesso per far parte di un’economia che non fareste se il vostro unico obiettivo fosse quello di essere felici?

“Immaginate se oggi, invece di pensare al nostro collasso economico, pensassimo alla nostra libertà economica? Libertà dalla schiavitù economica. Come agricoltore biologico che ha combattuto con ogni tipo di problema e ostacolo, ho capito immediatamente che se avessi visto ogni problema non come tale, ma semplicemente come opportunità di considerare altre opzioni, la vita sarebbe stata molto più semplice per me.

L’Islanda ha appena avuto un’occasione straordinaria per fare qualcosa di veramente incredibile. Mai in tutta l’era moderna un paese o una popolazione sono arrivati così vicino alla possibilità di rompere con la schiavitù economica auto-imposta per sempre. Non più prestiti o mutui, nessuna sconsiderata ricerca di profitto fine a se stesso, senza più bisogno di vivere in qualche posto che detestate e di fare un lavoro che odiate, niente più preoccupazioni per il futuro o il futuro dei vostri figli. Niente intimidazioni dall’Europa o da potenze economiche esterne che controllano il nostro destino.

L’Islanda è una delle enclavi più ricche del pianeta – in termini di risorse. Abbiamo tutta l’energia libera di cui necessitiamo, abbiamo le menti, e siamo una gran bella comunità. Tutto ciò che dobbiamo fare è unirci, lavorare insieme, per ciascuno di noi. Lo abbiamo già fatto, penso che potremo farlo ancora. Ardiamo ad essere diversi! Osiamo diventare i pionieri coraggiosi del futuro dell’umanità, oltre il denaro!

Domani, camminerò per le strade di Reykjavik per incontrare persone tra le dodici e le tre, poi ad Akureyri tra le sei e le otto. Venite ad incontrarmi, a camminare e parlare con me. Come fecero i nostri antenati, definiamo il futuro del nostro fantastico, piccolo paese all’aria aperta! Non abbiamo niente da temere e solo grandi cose da scoprire. Il futuro da compiere è nostro, quindi cominciamo a farlo!”

“OK, abbiamo fatto” disse finalmente il cameraman. “Ottimo lavoro, capo”.

“Hmmph, grazie” disse Baldur asciugandosi il sudore dalla fronte. Sospirò e rimase seduto lì per un momento. Sì, pensò tra sé, se l’era cavata piuttosto bene!

F·DAY -3144

Karl avrebbe desiderato poter restare, ma Abby aveva bisogno di lui, e comunque sentiva di non essere più necessario. I due attivisti del Movimento Genius Saeculi e Susan erano rimasti a dare una mano per le riunioni che si stavano programmando in tutti i comuni dell’isola. Sembrava un periodo elettorale, ma senza elezioni. Si ipotizzò un referendum sull’economia priva di denaro e sembrava essere una buona idea.

Karl era molto felice di essere di nuovo a casa e di vedere che Abby e il suo piccolo passeggero a bordo crescevano bene. Nel pomeriggio, si sintonizzarono sul canale d’informazione islandese, c’era Baldur, il suo amico, portato in trionfo dagli operai lungo la Laugavegur di Reykjavik. Le persone facevano a gara per dargli la mano. Baldur ripeteva “grazie, grazie mille!”

La telecamera fece una panoramica per mostrare le strade sommerse dalla folla. I negozi erano aperti, ma, secondo il cronista, non vi era alcuno scambio di denaro. La gente era per strada ad offrire bevande calde, zuppe e pane fatti in casa, ed anche i musicisti suonavano liberamente per le strade. Era come la vigilia di Natale, ma senza lo shopping.

Naturalmente non mancavano neanche le proteste. Molti proprietari di negozi e ristoranti portavano cartelli di protesta e se la prendevano col Presidente mentre cercava di farsi strada attraverso la folla. Alcuni dei cartelli portavano la scritta “io penso agli affari miei, tu pensa ai tuoi”, o “lotta per il diritto al lavoro”. Un enigmatico cartello portava la scritta “economia dei serpenti liberi”. Baldur sembrava fare del suo meglio per discutere con loro, ma la foga della folla era talmente forte che non riusciva, perché lo portava via con sé. Karl ebbe l’impressione che gli oppositori fossero un’esigua minoranza e in generale quell’atmosfera elettrica sembrava molto positiva.

“Sembra così felice”, disse Abby.

“Proprio così”, disse Karl, quasi commosso. “È un tipo incredibile. Guarda che reazione! In pochi giorni quest’uomo ha risvegliato un’intera nazione grazie al suo coraggio e al suo grande carisma. Non vedo l’ora che anche tu possa incontrarlo di persona.”

“Veramente? Torniamo là?” Chiese.

Lui scrollò le spalle.

“Forse” rispose sorridendole. “Dopo, naturalmente”, concluse, posando la mano delicatamente sul ventre.

Lei si mise a ridere, provocando un calcio da parte del piccolo.

“Hey!” Gridò Karl scherzando, ritirando la mano e guardando verso il basso, “non ti preoccupare, verrai anche tu” disse rivolgendosi al pancione. Abbracciò Abby e risero insieme.

Karl era ancora stanco e decise di andare a letto per riposare. Sbadigliando, aprì lo schermo del computer per controllare il sito del Free World Charter.

Una frustrante notifica di “pagina web non disponibile”, apparve sullo schermo.

“Ci risiamo con questo cacchio di connessione,” mormorò. Era troppo stanco per pensare, così chiuse le tende, si allungò sul divano e si preparò ad un bel sonnellino.

Karl sognò un lago, un lago gelato circondato da alberi. Fuori in mezzo al ghiaccio c’era una fontana congelata. I getti d’acqua erano congelati a mezz’aria. Si diresse verso di essa, ma il ghiaccio sotto i suoi piedi tremava e ballava su e giù come se qualcuno stesse agitando quello strato sottile di ghiaccio da un’estremità. Alzò lo sguardo e gli spruzzi d’acqua congelati si stavano staccando dalla fontana, prima in piccoli pezzi, poi più grossi, provocando un suono metallico tintinnante che diventava sempre più forte..

Improvvisamente la realtà invase il sogno mentre lo squillo del suo cellulare si faceva sempre più insistente.

“Pronto?” Rispose con una voce intorpidita.

“Karl, i siti sono down”, disse la voce.

“Cosa?” Disse con voce sonnolenta. “Che significa?”

“Haha, Karl sono Podge. Da New York. Mi spiace, ti ho svegliato, amico mio? Tutti i siti del Free World Charter sono fuori servizio. Ho appena controllato. C’è un problema del server o qualcosa del genere?”

“Ehi, ciao Podge! Sì, mi stavo facendo una pennichella. Sono appena tornato dall’Islanda questa mattina”.

“Oh sì, wow, stiamo seguendo la situazione da qui..”

“Senti Podge, posso chiamarti più tardi? Controllo il sito e vedo che sta succedendo”.

“Nessun problema, amico, ci sentiamo”.

“Sì, a presto,” riuscì a dire Karl prima di gettare il telefono sulla sedia e fare un gran sbadiglio. Riaprì lo schermo. F-Day – non disponibile; Free World Charter – non disponibile. “Merda, cosa succede?” Mormorò. Dopo alcuni minuti trovò i log di errore dei siti.

401 – servizio non disponibile

401 – servizio non disponibile

401 – servizio non disponibile

401 – servizio non disponibile

401 – servizio non disponibile

Sentì un’onda gelida salirgli su dai piedi alle gambe fino a sopra la testa. Proprio in quel momento, entrò Abby.

“Hey, ti ho sentito parlare” disse sorridendo. “Sei pronto per la cena?”

Karl la guardò in silenzio per un minuto.

“Cosa c’è?” Chiese Abby. “Sembra tu abbia visto un fantasma”.

Karl riguardò lo schermo. “No, tutto OK. Solo un problema con il sito web.. “

“Ah OK,” disse lei uscendo dalla stanza, “vieni a mangiare, tornerai ad occupartene dopo, OK?”

“Sì, certo” disse, guardando nel vuoto e cercando di nascondere il timore che si stava insinuando in lui. “Certo” disse tra sé e sé.

F·DAY -3133

feeds.bbcnews.com/world:

VIOLENTI SCONTRI IN MOTI DI PROTESTA IN POLONIA

Violenti scontri la scorsa notte a Danzica, mentre le ondate di protesta in Polonia entrano nella loro seconda settimana. La Polizia antisommossa è stata chiamata a disperdere le folle che si erano radunate simbolicamente nei cantieri navali per commemorare le proteste degli anni ’80. La Polizia ha usato gas lacrimogeni e cannoni d’acqua per disperdere la folla che aveva bloccato l’accesso ai cantieri negli ultimi tre giorni. 14 persone hanno riportato gravi ferite, tra cui 4 agenti di Polizia.

Continua a leggere >>

L’ECONOMIA DELL’ISLANDA SARÀ IBERNATA A TEMPO INDETERMINATO

Dopo il discorso alla nazione trasmesso ieri per televisione, dove il Presidente islandese Reyksson aveva invitato gli islandesi a diventare “pionieri coraggiosi del futuro dell’umanità oltre il denaro”, ha incontrato il pubblico per le strade di Reyjkavik. Circa diecimila persone si sono riversate per strada per incontrare il Presidente e mostrare il loro sostegno, e qualcuno anche la sua indignazione.

Ci sono state alcune proteste minori da parte di proprietari di imprese che hanno affrontato il Presidente, accusandolo di aver commesso “un tradimento economico”, ma il Sig. Reyksson ha assicurato che l’Islanda fungerà da test e che l’economia rimarrà “congelata a tempo indeterminato”, ma verrà ripristinata più avanti, in caso di risultato negativo.

“Lo scenario peggiore,” ha detto, “sarebbe quello di abbandonare l’esperimento e riprendere la nostra economia esattamente dove l’abbiamo lasciata. Non c’è nulla da perdere – e tutto da guadagnare “.

Continua a leggere>>

L’ “EUROPA INSORTA” NON SEMBRA VOLERSI FERMARE

L’ondata di proteste dell’Europa dell’Est è ora a “livelli di crisi” e si è diffusa anche in Russia e Georgia, secondo AP newswire. Secondo le fonti è “difficile determinare un filo conduttore delle proteste, per capire dove vogliano arrivare a parare”. Le proteste vanno dalle manifestazioni “anti-austerità a quelle a favore del socialismo e dell’uguaglianza”. Il Presidente russo Mendev ha detto oggi di aver accolto con favore la “protesta pacifica” e il “significativo dialogo per il cambiamento”, ma ha avvertito che “disordini sociali o proteste violente non saranno tollerate”.

Continua a leggere >>

SVIZZERA AL VOTO SU REDDITO DI BASE INCONDIZIONATO

Il parlamento svizzero voterà stasera per modificare il Welfare Act includendo un reddito di base incondizionato per tutti i cittadini svizzeri. Dopo due giorni di maratona dibattimentale al Consiglio Nazionale, i politici decideranno se adottare le nuove misure, da ampie parti ritenute una tappa fondamentale verso la giustizia sociale e l’uguaglianza. Il sistema è già stato testato con successo nella città di Basilea negli ultimi due mesi, il che, come affermano i sostenitori, ha comportato un calo immediato dei tassi di criminalità.

Continua a leggere >>

2022-03-11

Aggiornamento

Buonasera a tutte e tutti, Colin ed io tenevamo a ringraziarvi di cuore, uno per uno, per il vostro aiuto a far diventare questo sogno realtà! Ebbene sì, ci siamo riusciti e ci siamo riusciti grazie a voi e al vostro vitale sostegno! Venerdì sera, con un giorno d'anticipo, abbiamo infatti raggiunto il goal della campagna!!! Da ora in poi e in un futuro ormai certo e sempre più prossimo gli scaffali delle librerie italiane potranno contare con un nuovo, appassionante romanzo!!! Grazie infinite a tutte e tutti, Colin ed io vi siamo davvero riconoscenti e vorremmo omaggiarvi con un pensiero, che speriamo sia gradito! We made it!!!! Thank you so much everyone from Colin and I, specially to the people that wanted to back the project, even without knowing the language! A special thank you goes certainly to you from Colin and I (Veronica).
2022-03-08

Aggiornamento

Buongiorno amici, mentre abbiamo superato il 70% della campagna, ma mancano davvero una manciata di giorni alla chiusura, vi informiamo che abbiamo due bellissime interviste a Colin che sono state pubblicate in questi giorni, rispettivamente da Pressenza https://www.pressenza.com/it/2022/03/come-si-reggerebbe-una-societa-senza-denaro-colin-r-turner-autore-del-romanzo-f-day-ci-racconta-come-lha-immaginata/ e da Italia Che Cambia https://www.italiachecambia.org/2022/03/societa-senza-denaro/?fbclid=IwAR1rHzsHtVldJB3oPmGBYQXPwb3DxPK_kjeXb7cBr5j9WbGXDHSo19U6FDQ . Buona lettura e buona condivisione: dài, sono gli ultimi sforzi, possiamo ancora farcela!! Grazie in anticipo, Veronica e Colin.
2022-02-22

Aggiornamento

Wow! In questi ultimi giorni abbiamo finalmente registrato un bel balzo avanti nella nostra campagna: questo lo dobbiamo sicuramente all'aiuto di molti di voi che ci sostenete fin dai primi giorni, ma anche al grande aiuto di Mariela Velasco e dell'inserimento del nostro progetto all'interno della sua agenzia di pubbliche relazioni, Botanica de Proyectos https://www.botanicadeproyectos.org/en/manifest . In particolare, Mariela ci ha spronati a produrre un videomessaggio che è stato diffuso sia all'interno del suo network che in molti altri ambiti. Il video in questione è questo: https://fb.watch/bcr-oRmPY3/ Non esitate a farlo girare tra amici e conoscenti! Ormai mancano solo 20 giorni alla fine della campagna di crowdfunding e col vostro aiuto sono certa che possiamo riuscire a fare arrivare questo libro negli scaffali delle librerie di tutta Italia! Una volta di più, grazie di cuore, Veronica
2022-01-31

Aggiornamento

Buongiorno amiche e amici :) Era un po' che Colin ed io non vi aggiornavamo sulle novità, quindi eccole: volevamo informare tutti del fatto che ognuno di voi che effettuerà il pre-ordine, non dovrà aspettare settembre per leggere il libro, ma potrà farlo subito, grazie all'invio immediato da parte della casa editrice dell'intera bozza non editata ;) Ne approfittiamo inoltre per ringraziare quanti di voi hanno già aderito alla campagna effettuando il loro pre-ordine: grazie a voi e a quanti hanno diffuso il link, abbiamo da poco superato il 20% ! Ora abbiamo poco più di un mese per raggiungere il nostro obiettivo e fare il restante 80% !! Per darci una mano, non esitate a condividere il link della campagna di crowdfunding tra amici e parenti e sui social, a scrivere una piccola recensione direttamente qui nel sito della campagna o anche solo a fare il sano e vecchio passaparola! Grazie di cuore, Veronica & Colin
2021-12-08

Aggiornamento

Buongiorno a tutte e tutti :) Vi informiamo che siamo finalmente entrati nella fase 2 della campagna di crowdfunding del libro! Da oggi, F-Day - Il risveglio dell'uomo, esce allo scoperto e chiunque creda in questo progetto potrà condividere i contenuti della campagna anche sui social, aiutandoci così a far sapere a quante più persone possibili di questo nuovo, emozionante viaggio che possiamo intraprendere insieme. Colin ed io vi ringraziamo fin d'ora per il vostro sostegno, Veronica

Commenti

  1. (proprietario verificato)

    Ciao! Ho appena finito di leggere il libro 🙂
    .. devo riflettere ancora ma volevo condividere con voi che in ogni caso mi sento migliore dopo questa lettura. Semplicemente perchè l immagine di un mondo senza denaro emersa grazie al libro è così potente che mi ha aperto un po la testa. Di base mi ritengo una persona che mette spesso in discussione le credenze immaginando anche soluzioni abbastanza utopiche, ma spesso mi ritrovo a riflettere in quest ultimo anno sulle reali possibilità che abbiamo nel realizzare cambiamenti d impatto. Mentre prima ritenevo sempre possibile tutto, oggi mi ritrovo spesso a dirmi che siamo troppo profondamente condizionati per farlo. E mi meraviglio spesso di quanto è profondo l oscuro pozzo del condizionamento che limita di fatto sè e quindi lo sviluppo della collettività. Certi condizionamenti non ti rendi conto proprio di averli, do per scontato un sacco di cose.
    Ed eccone un altro, il denaro. Praticamente mi è impossibile immaginare un mondo senza, ed è questo che mi ha incuriosito di questo libro: volevo vedere l esercizio di qualcun altro che si cimentava ad immaginare un mondo senza.
    Grazie Colin di questo prezioso tentativo, un altro muro nella mia testa ha perso dei mattoni. Non so se un mondo senza soldi sia possibile come scelta consapevole di una collettività, credo di no, probabilmente deve prima crollare da solo il resto, ma solo il fatto di poterlo creare con l immaginazione lo rende più vicino, aprendoci a una nuova opportunità …

  2. Che bel libro scorrevole e avvincente! Un bijoux

  3. Non vedo l’ora di leggere questo libro perché trovo interessantissimo ascoltare chi sa condurmi in strade che non conosco e darmi nuove visioni di come potrebbe cambiare il mondo in positivo… Non c’è niente di più stimolante una lettura che possa aiutare a costruirmi dentro nuove idee, nuove immagini, nuove possibilità a cui non avevo pensato

Aggiungere un Commento

Condividi su facebook
Condividi
Condividi su twitter
Tweet
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Colin R. Turner
Nato a Dublino nel 1968, Colin R. Turner trascorre la sua giovinezza lavorando come produttore musicale. Nel 2008 si prende una pausa nel tentativo di cercare idee per la sua attività successiva. Durante la sua ricerca, si imbatte nel lavoro di Jacque Fresco e R. Buckminster Fuller, futuristi utopisti che immaginavano un mondo oltre il denaro.

Ispirato dal loro lavoro, nel 2010 pubblica The Free World Charter, uno statuto che descrive dieci principi che costituiscono le fondamenta di un sistema post-monetario. Il documento diventa virale e attira decine di migliaia di firmatari da tutto il mondo.

Nel 2016, Colin pubblica F-Day - The second dawn of man, un romanzo che descrive un conto alla rovescia verso questo nuovo mondo. Sulla stessa scia Colin ha inoltre fondato Sharebay e HonorPay, e tiene conferenze su un'economia del libero accesso.
Colin R. Turner on FacebookColin R. Turner on InstagramColin R. Turner on Wordpress
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie