Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages
Gli universi della mente

La campagna di crowdfunding è terminata, ma puoi continuare a pre-ordinare il libro per riceverlo prima che arrivi in libreria

Svuota
Quantità
Consegna prevista Febbraio 2023
Bozze disponibili

Sono nel 2202 e il risveglio dalla criogenesi non è andato secondo i piani. Stordito e confuso, mi ritrovo in un laboratorio che non è quello che ho lasciato; c’è tecnologia mai vista prima. Non possono già aver risolto il problema mondo! Le domande che mi tormentano sono tante; le risposte che riesco a darmi poche, ma non sono l’unico in cerca di conoscenza. Sono legato, non riesco ad alzarmi e di fronte a me ci sono esattamente io, c’è il mio volto.
Si tratta di un’allucinazione o della realtà?
Attraverso il racconto, il lettore viaggerà negli universi della mente e scoprirà che la vita di tutti i giorni è intrisa di psicologia, più di quanto si aspetti.

Perché abbiamo scritto questo libro?

Il racconto nasce da un breve intervento tenuto da me (Brigitta) presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia sulla didattica innovativa. La storia, inizialmente ideata per il contesto universitario, in un formato di Escape Room, vuole raggiungere un pubblico più ampio, fungendo da psicologia divulgativa. L’idea è quella di facilitare l’apprendimento tramite il gioco, in modo che i giovani, e non solo, possano imparare senza dover imparare. Per tale ragione proponiamo un libro-game.

ANTEPRIMA NON EDITATA

Mi sveglio di soprassalto. Sia le mani che i piedi non sono più legati. Mi guardo attorno e non sembra esserci nessuno. La tecnologia avanzata che prima mi circondava è sparita. Mi alzo di scatto e, cercando di fare meno rumore possibile, mi dirigo velocemente verso la porta. Si apre. Esco, guardo a sinistra e a destra. Il corridoio è speculare. Vado a destra e percorro il lungo e stretto tragitto che ho davanti agli occhi. Nessuna finestra. Nessuna luce naturale. Le pareti e il pavimento, illuminati dalla forte luce al neon, appaiono di un bianco lucido; nell’aria, lo stesso odore di una camera appena sterilizzata. Dove mi trovo con esattezza?
Continua a leggere

Continua a leggere


Percorro il corridoio più velocemente possibile; giro a sinistra, poi ancora a destra. In fondo trovo una porta scorrevole; non si apre. Lì, un’altra porta, chiusa. Sono sudato; ho il cuore in gola. Mi giro indietro per vedere se qualcuno mi sta seguendo. Sono solo. Procedo lungo il corridoio tortuoso ed ecco, l’ennesima porta! Questa ha una maniglia. La impugno e la giro spingendo in avanti con forza nel tentativo di aprire e quasi cadendo con il volto a terra…

Luna? (!)

La vedo seduta alla sua scrivania, mentre lavora e armeggia con il mio notebook rosso.

“Luna sei tu?” Dico a voce alta.

Lei risponde con il mio nome e poi…

2022-08-24

Aggiornamento

Grazie al vostro prezioso supporto abbiamo raggiunto il traguardo delle 200 copie! Vi ringraziamo di cuore per aver creduto in questo ambizioso progetto e per l’affetto che ci avete dimostrato! Non vediamo l’ora di farvi scoprire i nuovi orizzonti di questo universo!
2022-06-09

Aggiornamento

Un nostro lettore, Davide Brunelli, insegnante di fisica alla scuola internazionale Italo-cinese, ha apprezzato il racconto e ha disegnato i due personaggi della storia. Grazie infinite!

Commenti

  1. Patrizia Rossi

    Complimenti agli autori! Trovo che la storia sia davvero avvincente. Procedendo con il racconto, il lettore riesce ad immedesimarsi nel personaggio principale e i dialoghi sono significativi. È un racconto che lascia con il fiato sospeso – durante la lettura e al termine.
    I concetti di psicologia sono raccontati o posti come quesiti nei dialoghi dei due personaggi: un ottimo connubio per conoscere qualcosa di nuovo e leggere per il piacere di leggere. Non saprei definire l’età consigliata per la lettura della storia, ma sicuramente il pubblico è vasto; oserei dire dagli adolescenti in poi.
    Bello! Non vedo l’ora di riceverlo per capire in che termini è stato pensato come “interattivo”.
    Lo consiglio!!

  2. Miryam Moro

    Mi è piaciuta molto la vostra premessa; avete fatto capire la scelta e la motivazione di intraprendere questo lavoro.
    Quando ci si addentra poi nel libro, questo ti cattura. È davvero molto intrigante e ti lascia con il fiato sospeso. La descrizione dettagliata degli esperimenti, fa sì che anche il lettore riesca a partecipare attivamente (ad esempio, a me è venuto spontaneo provare il gioco dei colori). In questo modo, il lettore riesce a tenere molto più aperta e concentrata la mente – è come se il racconto attivasse il ragionamento!
    La spiegazione, da parte dei personaggi, delle loro diverse storie di vita fa ragionare sulla risposta/motivazione: tutto è dovuto da scelte differenti, condizionate da ciò che ci circonda e dalle esperienze vissute.
    Molto bella la spiegazione anche in termini didattici. Il vostro lavoro è un apprendimento indiretto – nel senso che si apprende senza volerlo e senza accorgetene.
    Sembra di leggere una storia, ma in realtà vi sono tanti concetti di psicologia, che ti fanno ragionare e imparare.
    Lo consiglio vivamente

Aggiungere un Commento

Condividi
Tweet
WhatsApp
Brigitta Pia Alioto e Riccardo Boffini
Siamo migliori amici d’infanzia

Brigitta Pia Alioto: Io laureata magistrale in Scienze Sociali, attualmente titolare di borsa di ricerca presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e cultore della materia di psicologia generale. Sono appassionata ai temi della didattica innovativa, della psicologia cognitiva e della sociologia. Sono una persona curiosa; indago le novità, cerco collegamenti e mi interrogo su ciò che accade attorno a me! Di fronte ad un problema o ad una questione, cerco la soluzione, o la risposta, più pertinente e al contempo, ove possibile, innovativa. Con il progetto ho svolto una crasi delle mie passioni: la scrittura, l'innovazione e i temi della psicologia e della pedagogia.
Molti interessi e diversificati? Sì, se ci fosse un corso di laurea in "tuttologia" credo che sceglierei quello.

Riccardo Boffini: Io diplomato all’istituto tecnico industriale. Da sempre appassionato al mondo videoludico, col tempo ho coltivato interesse nella Scienza, nell’Ingegneria, nella Tecnologia e ora nella Psicologia. La mia è una curiosità a 360 gradi verso il mondo che mi circonda! Vi ricorda qualcuno?! Ecco perché io e la tipa sopra siamo amici.
Fin da piccolo ho sempre voluto dedicarmi alla scrittura senza però mai trovare un tema che mi appassionasse; con questo progetto ho avuto modo di dare sfogo alla mia vena da scrittore e di riappassionarmi nel mentre grazie al tema trattato e al modo in cui lo fa.
Abbiamo unito creatività, conoscenza, immaginazione e abbiamo creato questo universo, il nostro, ma condiviso da tutti.
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie