Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Il Mare – La sua mente stonata sentiva il mondo al contrario

740x420 (6)
92%
16 copie
all´obiettivo
47
Giorni rimasti
Svuota
Quantità
Consegna prevista Dicembre 2024
Bozze disponibili

“Lei era così. Vede, lei era discreta.”
Così inizia il viaggio all’interno dell’anima e della mente della nostra protagonista, raccontate attraverso gli occhi ed il cuore di un ragazzo suo amico.
I due si sono conosciuti per caso un pomeriggio caldo di metà Settembre su una spiaggia desolata; così nasce un’amicizia vera e duratura che porta le loro vite ad intrecciarsi e influenzarsi rispettivamente, una più dell’altro.
Col tentativo di immedesimarsi in lei e cercare di comprenderne l’animo, il ragazzo finisce per raccontare le vicende accadute, nella speranza di dare loro una spiegazione capace di alleggerirgli il cuore.

Perché ho scritto questo libro?

Questo libro è nato dal forte desiderio di parlare, in modo diverso dal solito, della salute mentale e delle sue innumerevoli sfaccettature; ha anche uno scopo informativo e l’obiettivo principale di sensibilizzare su un argomento tanto importante quanto sottovalutato e, troppo spesso, descritto con estrema crudeltà e freddezza. Un piccolo testo che è nato nel mio cuore con la speranza di mostrare una tematica tanto delicata sotto una nuova luce, più brillante del solito.

ANTEPRIMA NON EDITATA

Però lei era lei, e lo è ancora; ed io ero io e lo sono tutt’ora.

Io ero io ma ora non sono più com’ero, perchè persone come lei ti cambiano il modo di vedere il mondo: anche a lei, sa?

Eh sì! E le assicuro che non è affatto semplice poi tornare a com’era il mondo prima. Forse è per questo che lei non si avvicinava a nessuno, forse è perchè ne era consapevole, che quel suo cervello stonato avrebbe poi stonato anche la vita di chi le stava attorno, ed allora preferiva stare sola. Non dico che era meglio che stesse per conto suo, però da quel momento la vita è diventata un casino; e non oso immaginare come potesse essere la sua.

Inizi a mettere in discussione ogni cosa. Inizi a percepire ogni dettaglio in modo amplificato.

Esattamente come le dicevo prima: inizi a percepire gli sguardi troppo a fondo e quindi ci pensi due volte prima di lasciarteli scivolare addosso come semplici occhi che non ti vedono affatto.

E le parole, i gesti, i sospiri e i sussurri. Tutto inizia ad essere filtrato più del dovuto.

E’ il fardello di chi percepisce il mondo al contrario.

Di chi, più precisamente, sente troppo. Come lei.

Lei sentiva troppo.

Però non mi fraintenda, non era sensibile; quello lo siamo anche noi porca miseria! Non siamo mica fatti di pietra noi altri, altrimenti non staremmo qui a far luce su quant’è successo!

No, lei sentiva troppo se stessa ed il suo frastuono nella testa.

Sentiva ogni accordo amplificato e quel fracasso la distraeva dalle semplici mansioni giornaliere.

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il Mare – La sua mente stonata sentiva il mondo al contrario”

Condividi
Tweet
WhatsApp
x.eren
Sono nata ad Ascoli il 30 Novembre 2002, e lì ho frequentato Elementari, Medie e il Liceo Artistico O.Licini indirizzo “Figurativi” ovvero Pittura e Scultura. Da sempre sono stata un’appassionata di arte in tutte le sue forme, infatti ho praticato 3 anni di Teatro e un anno di Canto. Ho frequentato per un anno l’Accademia di Belle Arti dove sono entrata in contatto anche con il mondo della “Scrittura Creativa” e da lì ho iniziato a percepire il mondo della narrativa come un possibile sbocco artistico-sociale e, dopo aver lavorato un anno a contatto con bambini e ragazzi, sono giunta alla conclusione che i libri, cosí come l’arte, hanno il compito sociale di aiutare le persone.
Questo dunque è quel che cerco di fare con i libri: aiutare come posso, toccando il cuore delle persone, con l’arte delle parole.
x.eren on Instagramx.eren on Wordpress
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors