Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

La Resistenza di Croccantinaccio

Copia di 740x420
100%
200 copie
completato
76%
12 copie
al prossimo obiettivo
Svuota
Quantità
Consegna prevista Dicembre 2024

Da un’idea di Sara Pedri e Jacopo Botta

“Croccantinaccio è la città dei gatti” – ci spiegava Cesare.
“Una specie di allevamento?” – il solo luogo plausibile, secondo Celebrity.
“Una pensione felina?” – l’ipotesi più verosimile, secondo me.
“No, una città in piena regola, fondata da gatti sognatori, costruita da gatti volenterosi, governata da gatti saggi per essere abitata da gatti liberi.”
“Sì certo, e io sono la pantera rosa!” – prenderlo sul serio mi sembrava impossibile.
“E dove sarebbe questa città?” – Celebrity, invece, era seriamente interessata.
“Sottoterra, Croccantinaccio è proprio sotto Modena, gli umani neanche immaginano cosa si nasconde sotto i loro piedi.”
“Per tutti i felini, è una follia! È una storia così assurda che ci si potrebbe scrivere un libro!”

Filiberto non riesce a credere che Croccantinaccio esista davvero. Ma è ancora più incredibile ciò che sarà disposto a fare per difenderla dal pericolo che rischia di distruggerla per sempre.

 

 

Perché ho scritto questo libro?

Quando Sara e Jacopo mi hanno proposto di scrivere una storia di gatti, non immaginavo che quella storia sarebbe diventata anche la mia.
Ma ora so che quei gatti raccontano la storia di tutti: una storia per ragazzi, ma non solo, perché non si è mai troppo cresciuti per ricordare che a difendere i diritti altrui non si sbaglia mai.
Per questo ho dato voce ai miagolii dei gatti di Croccantinaccio. Perché stimolare riflessioni su temi importanti con leggerezza è quanto di più bello possa accadere a uno scrittore.

Libro illustrato per bambini 8-12 anni

ANTEPRIMA NON EDITATA

La mia vita era praticamente perfetta.

Vivevo in una casa comoda e accogliente con vista sui tetti rossi di Modena, mangiavo il pesce una volta la settimana e la sera avevo il permesso di stare sul divano.

E sfido qualsiasi altro gatto ad avere degli umani migliori dei miei.

Armando e Viviana erano abbastanza giovani da divertirsi a giocare con me e abbastanza adulti da non fare di me il loro giocattolo. Mi lasciavano poco da solo perché lavoravano spesso da casa e mi capivano meglio di chiunque altro: coda in su e la pappa era servita; sfregatina sulle gambe e arrivavano le coccole; baffi in giù per la buonanotte.

Ero come un figlio per loro e non per quella bizzarra abitudine che avete voi umani di definirvi “mamma” e “papà” quando ci parlate, ma perché Armando e Viviana mi volevano bene davvero. E io ne volevo a loro.

Nessun gatto del condominio era più fortunato di me, ci avrei messo la zampa sul fuoco, perché tutto quello che dovevo fare per assicurarmi un biscotto premio e un gomitolo di lana per giocare era rispettare 3 regole:

Continua a leggere

Continua a leggere

1) non si cammina sul computer

2) non si fanno le unghie sul divano

3) non si esce di casa.

Certo, il punto 3 mi stava un po’ stretto, ma mi accontentavo di guardare il mondo dalla finestra. In fondo, da lassù, la torre della Ghirlandina sembrava a portata di zampa e questo mi bastava.

Fino al giorno in cui tutto è cambiato, il giorno in cui ho sentito per la prima volta fare il nome di CROCCANTINACCIO.

“Croccanti- che?!?”, direte voi!

Ed è esattamente quello che ho detto io quando Cesare, il mio migliore amico, mi ha miagolato per la prima volta quel nome.

Niente da allora nella mia vita pelosa è stato più come prima.

“Perché??”

“Come mai?”

“E che sarà successo?”

Calma, quante domande: e poi dite che siamo noi gatti quelli curiosi!

Se proprio non resistete e, credetemi, lo capisco, potete andare direttamente alla fine del libro, ma ve lo sconsiglio perché perdereste davvero una bella avventura.

Se invece vi piacciono le sorprese e i colpi di scena, mettetevi comodi e girate pagina perché questa storia vi porterà molto lontano.

2024-03-08

Aggiornamento

Cara futura lettrice, caro futuro lettore, Ti ringraziamo moltissimo per aver deciso di dare fiducia al nostro progetto e siamo estremamente felici di dirti che, anche grazie al tuo sostegno, La Resistenza di Croccantinaccio sarà pubblicato e arriverà a casa tua a inizio dicembre. ❄️ Nell'attesa che tu possa goderti la lettura, seguici sulla nostra pagina Instragram Croccantinaccio, ci sono tantissime sorprese che condivideremo un po' alla volta 😍 E se credi che la storia di Filiberto possa scaldare il cuore di qualcuno vicino a te, condividi La Resistenza di Croccantinaccio 🐈 Grazie ❤️ #CROCCANTINACCIO

Commenti

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La Resistenza di Croccantinaccio”

Condividi
Tweet
WhatsApp
Michela Lipari
47 anni, 15 esami ad architettura, ma 1 laurea con lode al D.A.M.S. e 1 master di sceneggiatura in RAI. La mia storia professionale inizia sulla carta stampata con 200 articoli, 50 interviste e 1 titolo di pubblicista. Più tardi, incontro la TV e arrivano 1 trasmissione RAI, 1 documentario e l’ideazione di 4000 promo per Sky. Infine, approdo al web con 1 ufficio stampa e 4 consulenze come social media manager. Sono molto più semplici i numeri della mia vita privata, i miei amori si contano sulle dita di una mano: la variegata e variopinta famiglia di amici con cui sono cresciuta; Sheena, la mia cagnolina; Giacomo, il mio compagno da una vita e Alice, mia figlia di 11 anni. È una divoratrice seriale di libri e ogni personaggio, ogni colpo di scena de La Resistenza Di Croccantinaccio è stato scritto pensando a lei e ha superato il vaglio del suo esigente giudizio prima di arrivare a voi.
Michela Lipari on Instagram
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors