Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

L’isola dell’Ignoto

740x420 - 2024-02-12T124736.715
48%
105 copie
all´obiettivo
85
Giorni rimasti
Svuota
Quantità
Consegna prevista Novembre 2024

Nel cuore dell’Impero Tepaniano, Elrod, un giovane orfano cresciuto con sua nonna, riceve una rivelazione sorprendente prima della sua morte: il leggendario tesoro dei Boschi Eterni potrebbe non essere una mera favola. Determinato a scoprire la verità, Elrod si imbarca in un’avventura epica oltre i confini del mondo, accompagnato da un improbabile gruppo di alleati: il facoltoso mercante Amil e la guardia del corpo Drokon, il mago Steno, l’abile combattente Hazel e i navigatori Saeem e Isabel. In un viaggio pieno di pericoli, misteri e tradimenti, Elrod e i suoi compagni dovranno affrontare sfide impossibili e allearsi con esseri straordinari per trovare il tesoro perduto. Riusciranno a sopravvivere alle insidie dell’ignoto e a svelare i segreti nascosti dietro le antiche leggende?

Perché ho scritto questo libro?

Amo la scrittura.
Così come sono sempre stato affascinato dalle storie epiche e dai mondi fantastici che possono stimolare l’immaginazione oltre le regole della realtà.
Scrivere questo libro fantasy è stato un modo per divertirmi e trasportare su carta le mie idee.

ANTEPRIMA NON EDITATA

 

Avete un ultimo desiderio? recitò Ofeg, scrutandoli con atteggiamento crudele. Chiedete scusa agli abitanti di Kist per la vostra immoralità?

Elrod mosse le labbra, senza emettere suono, e proprio in quel momento vide al di l della spalla di Oleg, uno stormo di piccioni volare sopra la folla, verso di loro.

Bene possiamo impiccarli…

Aspetta! tuonò Steno

Oleg corrugò la fronte, irritato da quell'interruzione. Che hai? Manco sai parlare e io ho fretta. Recita la frase nella mente, tanto qui vogliono solo vederti crepare.

Elrod s'accigliò: il mago sembrava un'altra persona. Rilassato, sorridente, energico: tutto il contrario dello stato quasi vegetativo con cui era abituato a vederlo.

Steno esclamò con voce da briccone: Che ne pensi se prendo a schiaffi quella tua faccia da pirla?

Continua a leggere

Continua a leggere

Scoppiò a ridere a crepapelle, con le guardie e lo stesso Elrod che lo guardavano stupefatti.

Sta delirando, mugugnò il boia.

Steno si fece improvvisamente serio, muovendo le braccia a brevi scatti. Pochi secondi dopo, la corda che gli bloccava i polsi, cadde a terra.

Il mago alzò le mani, già avvolte da strali verdognoli. Ofeg fece un passo all'indietro, inciampando su s stesso e cadendo goffamente sull'osso sacro.

D'un tratto, le grida della folla furono sovrastate dal tubare dei piccioni.

Elrod sbatt gli occhi, ripentendosi che era impossibile.

Gli uccelli si sdoppiavano, come le goccioline d'acqua che corrono sui vetri. Da una a due, da due a quattro, da quattro a otto… In pochissimo tempo, gli abitanti di Kist, prima furiosi, volgari e misantropi, divennero un branco di pecore impazzite. I piccioni, docili come sempre, si appollaiavano sulle teste e sulle spalle delle persone, altri scaricavano la tensione con delle spruzzate di guano, certi pigolavano a terra per cercare del cibo venendo schiacciati in mulinelli di piume e sangue, la fontana in mezzo alla piazza era sommersa sotto un lenzuolo di piume bianche e becchi che andavano su e giù.

Steno abbassò le braccia, le sue mani tornarono normali.

Dovrei scrivere un libro di magia. Eh già! Se i maghi pensassero con quella loro zucca vuota, invece di chinarsi sempre!

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’isola dell’Ignoto”

Condividi
Tweet
WhatsApp
Stefano Camossi
Stefano Camossi, nato nel 1991 è originario della provincia di Brescia.
La sua passione per la scienza lo ha guidato attraverso gli studi universitari in Biotecnologie Mediche e verso una carriera nel settore farmaceutico.
Oltre al suo impegno professionale, Stefano ha coltivato interessi diversificati, tra cui lo sport, i viaggi e soprattutto la scrittura.
I suoi racconti spaziano dall'horror, al fantasy, all'umoristico e hanno ricevuto riconoscimenti in vari concorsi letterari, tra cui il premio John W. Polidori, il premio Esecranda, il premio 200EUNO DI QUESTI MOSTRI, il premio Z di Zombie, il premio Streghe e Vampiri & Co e il premio Bukowski
Stefano Camossi on Instagram
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors