Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Ninna nanna, Mostro

Svuota
Quantità

Dany ha diciotto anni, ha terminato il liceo ed è in procinto di lasciare l’Abruzzo per trasferirsi a Milano. Dany ha ventun anni, si guarda allo specchio e si vede enorme, ma allo stesso tempo apprezza la magrezza delle sue clavicole sporgenti.

Dany  ha  ventidue  anni  ed  è  ricoverata  in  una  clinica  perché  il  Mostro  che  vive  da  tempo  dentro  di  lei  è  riuscito  a  cibarsi  della  sua  anima,  della  sua  mente e ora sta cominciando a nutrirsi anche del suo corpo.

Dany ha venticinque anni e crede di aver sconfitto il Mostro, fino a che non si rende conto che Lui le è entrato nel cuore. Dany ha ancora venticinque anni, è tornata momentaneamente in Abruzzo e lancia ai genitori un grido d’aiuto, che solo la madre sa cogliere.

Dany ha ventisette anni e, per la prima volta, lei e il padre riescono a dirsi “ti voglio bene”.

Ora Dany è una professoressa e una mamma, e non ha più paura né dello specchio, né della bilancia, perché la sua bambina le ha insegnato la ninna nanna con cui far addormentare definitivamente il Mostro.

La mente è uno dei più grandi misteri che esistono. Nasconde cose, fatti, emozioni importanti e cruciali e ne mantiene nitidi altri, come se una riproduzione casuale di immagini e vissuti fosse proiettata nella sala cinematografica del cervello.

Spesso ci si perde nel vano tentativo di riportare a galla un ricordo, una sensazione: si fallisce miseramente e ciò che si cerca con tanta brama e sforzo resta nell’oblio.  

E poi, un bel giorno, all’improvviso, senza una reale motivazione o una ragione apparente, ecco che tutto torna chiaro, trasparente, senza sfumature.  

Questo tempo sospeso che dura da tanto, troppo, io l’ho già vissuto, ma l’avevo dimenticato, dovevo dimenticarlo. O, forse, mi sono illusa di averlo oscurato, perché certe sospensioni fanno male e bruciano; e allora è la mente che decide di offuscarle e coprirle, per permetterti di andare avanti.
Continua a leggere

Continua a leggere

Cammino lungo l’Adda quasi ogni pomeriggio dall’inizio della pandemia; non ci è concesso molto, ma il vantaggio di vivere lontano dalla città è che ci si può immergere nella natura, in sentieri deserti, così da evadere per qualche ora e avere una minima sensazione di libertà.

Adoro passeggiare da sola, in compagnia di me stessa e dei miei pensieri. Eppure, da qualche tempo, sento l’ingombrante presenza di un’altra me che arriva dal passato e mi segue a ogni passo; mi è a fianco e non posso più a far finta che non ci sia. A lei non interessa che non abbia voglia di spostare le lancette dell’orologio indietro nel tempo, no! Mi chiede presuntuosamente di starla a sentire e non ho altra scelta.

Dopo tutti questi anni, è giunto il momento di abbassare le difese, perché non si va da alcuna parte se prima non si fa chiarezza, se non si ammette di essere stati in bilico, in preda alla paura e all’irrazionalità, tanto da aver quasi oltrepassato il confine che separa la vita dalla morte. Non si va avanti se non si chiude la partita e non si decreta un vincitore; semplicemente si resta sospesi, paralizzati e si aspetta perennemente la sfida finale.

Ora lo so e ho la forza necessaria per chiudere una battaglia iniziata più di sedici anni fa, contro me stessa! 

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Ninna nanna, Mostro”

Condividi
Tweet
WhatsApp
Dania Battestini
nasce a Giulianova, in Abruzzo, e cresce a Mosciano Sant’Angelo. Ultimata la maturità classica, si trasferisce a Milano, dove si laurea in Lettere moderne presso l’Università Cattolica. Dopo una breve parentesi nel mondo dell’editoria, si dedica all’insegnamento, professione che svolge tuttora. Attualmente vive a Montanaso Lombardo, nel lodigiano; è sposata con Gian Luca ed è mamma di Camilla. Ninna nanna, Mostro, il suo libro d’esordio, prende spunto da una vicenda reale.
Dania Battestini on FacebookDania Battestini on Instagram
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie