Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Un giorno, a dicembre

Un giorno, a dicembre

La campagna di crowdfunding è terminata, ma puoi continuare a pre-ordinare il libro per riceverlo prima che arrivi in libreria

Svuota
Quantità
Consegna prevista Ottobre 2022
Bozze disponibili

Elia conduce una vita semplice: trascorre il tempo dividendosi tra la sua piccola libreria di quartiere, nonna Eva e l’amica Marie.
Elia, però, nasconde un piccolo segreto. Non ha detto a nessuno della giovane donna che ha catturato da mesi la sua attenzione: Lisa.
L’arrivo di Lisa porterà una ventata di euforia e passione nella calma vita di Elia che dovrà fare i conti con la sfuggevolezza di lei e la concretezza dei suoi sentimenti.
A portare ulteriore scompiglio nella sua routine ci penserà poi nonna Eva.

Riuscirà Elia a gestire tutti questi cambiamenti e a capire ciò che davvero vuole?

Un romanzo per tutti quei trentenni (… e non solo!) che navigano senza una rotta ma che poi, in fondo, sanno che la bellezza sta un po’ anche in quello.

Perché ho scritto questo libro?

Ti capita mai di avere dei pensieri nella testa e l’unica maniera che hai di liberartene è scriverli sul primo pezzo di carta che trovi a portata di mano? Ecco, Elia, Lisa e Marie erano degli amici che mi affollavano la mente da ormai diversi anni!
Gli ho cambiato nomi, tratti somatici, lunghezza e colore dei capelli ma mai il loro essere un po’ me… e spero anche un po’ te, che li accompagnerai in questo loro viaggio!

ANTEPRIMA NON EDITATA

Il weekend arrivò senza che Elia se ne accorgesse. Gli ultimi giorni in libreria erano stati piuttosto impegnativi, con l’uscita di diversi volumi molto attesi che avevano portato un insolito, ma gradito, flusso di clientela. Appoggiò gli occhiali sul tavolo davanti a sé e si massaggiò il collo dolorante, quando sentì Agata entrare a passo veloce con la borsa sul braccio destro e una manica del cappotto già infilata al braccio sinistro. Non fece nemmeno in tempo a domandarle dove andasse che la ragazza era già a metà della piazza, con il suo abituale “Ciao boss!” che echeggiava nella libreria ormai vuota.

Fu allora che Elia ricordò l’accordo che avevano stretto: toccava a lui fare chiusura per due weekend di fila! Aveva sperato di poter dedicare il pomeriggio all’acquisto degli ultimi regali di Natale rimasti, prima di incontrarsi con Marie. Scrollò la testa ed emise un sospiro di rammarico. Stava ancora maledicendosi per aver accettato la proposta di Agata, quando la campanella all’ingresso indicò l’arrivo di un nuovo cliente. Si infilò nuovamente gli occhiali e rivolse lo sguardo alla porta. Sbatté le palpebre un paio di volte e percepì il suo volto trasfigurarsi per la sorpresa.

Continua a leggere

Continua a leggere

Era lei.

“Po… posso aiutarla?” riuscì finalmente a dire, tossicchiando, superata la sorpresa iniziale.

La ragazza gli sorrise e scosse il capo e si diresse sicura verso la sezione dei libri in lingua straniera.

Elia cercò di non farsi notare e continuò a guardarla di sbieco, fingendo di scrivere qualcosa al computer che aveva davanti. Non era mai riuscito a osservarla così a lungo e, per la prima volta, notò dei dettagli che gli erano sfuggiti fino ad allora. I lineamenti del volto erano dolci ma, allo stesso tempo, le donavano un’aria altera. Aveva i capelli biondissimi e gli occhi chiari. Non sembrava italiana. Svedese, forse? Californiana?

Era così assorto nei suoi pensieri che gli ci volle qualche secondo per realizzare che la ragazza era in piedi di fronte alla cassa con un libro in mano, a mezz’aria, in attesa che lui lo prendesse. Si riscosse imbarazzato e afferrò il libro, attento a non sfiorarla.

“Ha fatto un’ottima scelta” disse, tentando di trovare un pretesto per farla rimanere in negozio quel tanto che bastasse per trovare il coraggio di chiederle di uscire.

“È uno degli scrittori emergenti del panorama anglosassone. Lo conosce?” continuò.

“Andavamo in classe insieme al liceo” fece lei con un accento appena percettibile e che non avrebbe saputo riconoscere senza l’indizio che gli aveva appena dato con quella risposta.

“Oh” fece Elia, colto alla sprovvista. “Non sono mai stato a Dublino. Dicono sia bellissima” aggiunse, porgendole lo scontrino e il resto.

“Lo è” gli rispose lei, per poi aggiungere sibillina: “Alcune bellezze però le riesco a trovare solo qui”.

Uscì, veloce come era entrata, prima che Elia potesse ribattere alcunché.

2022-04-21

Aggiornamento

Amici,
ce l'abbiamo fatta!
Come si ringraziano le persone che ti permettono di realizzare un sogno?
Io ancora non l'ho capito.

Sono state settimane impegnative, psicologicamente e fisicamente, e veder chiudersi quel cerchietto lì sopra è stato come sentirsi sollevata da un grosso peso. Banale, ma vero!

Personalmente, mi prendo un paio di giorni per ricaricarmi perché ora parte la vera avventura... l'editing.

Nel frattempo però, non dimenticate, la campagna è ancora attiva fino al 30/04 e l'ultima settimana sarà piena di sorprese.
Aprile sembra proprio il mese adatto per cominciare a pensare a qualche regalino di natale, non trovate?

Intanto grazie e ancora grazie.
Senza di voi, davvero, non ce l'avrei fatta.

Sami
2022-03-21

Perugia Today

Miei cari sostenitori, stiamo andando bene, non trovate? 60 giorni andati e 40 (quasi 39, ora che vi scrivo) mancano ancora per concludere quest'avventura! Questa rotellina, come vedete, si carica lentamente ma... si carica. Una volta di 44 erano famosi i gatti, ora abbiamo le copie rimanenti! Un giornale locale ha deciso di inserire la mia storia nella sua rubrica "Storie di donne". Mi sono sentita onorata e imbarazzata allo stesso tempo perché parlare di me mi è sempre risultato così difficile. Ora non posso più nascondermi, anche se la foto pubblicata è un po' vecchia proprio in virtù della mia repulsione per un obbiettivo puntato addosso. Se vi va di leggerlo, lo trovate qui: https://www.perugiatoday.it/attualita/storie-di-donne-samantha-bianchi-ovvero-come-diventare-scrittrice-a-furor-di-popolo.html Un abbraccio virtuale a tutti voi! Sami
2022-01-29

Aggiornamento

Ciao amici! Come promesso ho lavorato a una playlist su Spotify per chi: - vuole leggere il libro con una colonna sonora; - attende la ricezione del cartaceo ma vorrebbe uno sneak peek dell'atmosfera del libro; - vuole sapere che tipo di musica mi passava in testa mentre scrivevo. La trovate a questo link: https://spoti.fi/3u7eZhm La playlist è un viaggio all'interno di Elia, dei suoi sentimenti e delle scoperte che fa lungo la via. I testi sono importanti quanto il mood che vi trasmette la canzone quindi, se ne avete bisogno (e per una sono sicura l'avrete!), armatevi di traduttore e cuffie e buon ascolto! Sami
2022-01-25

Aggiornamento

Ciao sostenitori! Chi mi conosce nella vita vera sa che un'altra mia grande passione è la musica. Basta passare qualche ora con me per rendersi conto che faccio, alternativamente, almeno una di queste cose; ascolto musica, canticchio, fischietto, mugolo, balletto (male). Ho pensato quindi di creare una playlist che accompagnasse la lettura di Un giorno, a dicembre o che ne anticipasse le atmosfere e la vibe per chi ancora non lo ha iniziato. La troverete a breve su Spotify, la sto mettendo a punto in questi giorni. ;) Stay tuned! Sami
2022-01-22

Aggiornamento

Ciao, non ti preoccupare, non ti intaserò di newsletter ma questa era d’obbligo! La campagna è partita da 48 ore e la regola era: partire col botto. E lasciamelo dire… col botto siamo partiti! Dovevamo raggiungere il 20% e – stento a crederci – siamo oltre la metà. Parlo al plurale, di noi, perché senza di te che mi stai leggendo io qui non ci sarei davvero potuta arrivare. Quindi ti devo un grazie, un abbraccio virtuale e uno fisico se e quando potrò. Benvenuto a bordo di questa folle avventura. Ora la palla è nel tuo campo! Leggimi, criticami, digeriscimi e condividimi se ti va. Non so se ti eri accorto ma nella mail di conferma c’è la bozza da scaricare e leggere! 😉 Ho pensato di creare una mail nel caso in cui ti andasse di scrivermi un pensiero o anche solo il motivo che ti ha spinto a salire su questa giostra e a controllare quella percentuale salire a ogni copia ordinata. Mi trovi a ungiornoadicembre@gmail.com. Ti terrò lì, come promemoria di ciò che stiamo (spero!) costruendo insieme. Grazie, davvero. Sami

Commenti

  1. (proprietario verificato)

    Se avete voglia di immergervi in una lettura spensierata ma allo stesso tempo intrigante 𝘜𝘯 𝘨𝘪𝘰𝘳𝘯𝘰, 𝘢 𝘥𝘪𝘤𝘦𝘮𝘣𝘳𝘦 è il romanzo che fa per voi!
    La caratterizzazione dei personaggi, così come la descrizione di luoghi ed eventi, si traducono immediatamente nella mente. Dopotutto c’è un “Elia” in ognuno di noi!
    Ho apprezzato in particolar modo l’ambientazione priva di un reale riferimento geografico, che permette al lettore di immaginarsela in pieno e di farsela sua.
    Fin da subito si ha voglia di scoprire cosa succederà in seguito, insomma una di quelle letture che ti tiene incollato alle pagine una dopo l’altra. In fondo, non è questo che fa di un libro il suo successo? ❤

  2. (proprietario verificato)

    Una storia di amore e di amicizia che tutti noi trentenni (e non solo) possiamo sentire nostra, già dalle prime pagine.
    Confortante come un abbraccio, frizzante come il sole di dicembre, questo libro è per tutti coloro che credono nella bellezza dei legami più veri.
    Assolutamente da leggere!

  3. Iulia Baldini

    (proprietario verificato)

    “Un giorno, a dicembre” una piacevolissima scoperta.
    Un libro che ti cattura da subito, con dei personaggi che sembra di conoscere da sempre.
    Trama non scontata ed accattivante.
    Il punto di forza vero, però, è la scrittura: pulita, efficace e molto scorrevole.
    Non vedo l’ora di leggere altri scritti di questa coraggiosa donna che ha deciso di non lasciare nel cassetto il talento oltre che il sogno di una vita!!!
    Grazie Samantha ❤️

  4. (proprietario verificato)

    Questo libro mi ha catturata fin dalle prime pagine, letto tutto d’un fiato!
    Ho apprezzato molto l’umanità dei personaggi, specialmente di Elia, si riesce proprio ad empatizzare con loro.
    Ci sono dei momenti del libro che mi hanno particolarmente toccata ed emozionata.
    Una storia delicata, appassionante e con quel pizzico di ironia che non guasta mai, da leggere assolutamente!

  5. (proprietario verificato)

    Un libro da leggere tutto d’un fiato o da gustare con calma. Scorrevole, appassionante e delicato allo stesso tempo, ti farà conoscere personaggi con cui sarà facile immedesimarsi. Consigliatissimo a chi vuole emozionarsi con una bellissima storia d’amore!

  6. (proprietario verificato)

    “Un giorno, a Dicembre” è un libro dolce che allo stesso tempo ti scuote il cuore con tante emozioni e ti lascia col sorriso e senza fiato allo stesso tempo. L’ho iniziato e finito tutto senza fermarmi, presa com’ero dalla curiosità di cosa poteva succedere. Lo consiglio veramente a tutti!

  7. (proprietario verificato)

    “Un giorno, a dicembre” è sorprendente, coinvolgente ed emozionante! È la storia di un amore travolgente che porterà ad un’epifania! Da leggere!

  8. (proprietario verificato)

    “Un giorno, a dicembre”: il solo titolo racchiude già a mio parere la semplicità, la naturalezza e la verosimiglianza del racconto. I personaggi sono i “ragazzi della porta accanto”, amici che sembra di conoscere da sempre. Consiglio il libro a chi è in cerca di una lettura leggera e familiare, con quel tocco di romanticismo che non guasta mai!

  9. (proprietario verificato)

    Una storia tutta da leggere. Ti appassionerai subito e ti affezionerai ai personaggi. Ti sentirai come se li conoscessi da sempre. Ritroverai il sapore della vita quotidiana e di storie e relazioni che… forse hai vissuto anche tu!

  10. (proprietario verificato)

    In una parola: sorprendente. Lo consiglio perché questo libro riesce a farti sentire il migliore amico di Elia e sembra quasi di essere lì con lui a condividere le sue esperienze e le sue sensazioni in sua compagnia.

  11. Francesco Maria Poeta

    (proprietario verificato)

    Elia è un semplice ragazzo, come tutti noi, che divide la sua vita tra la famiglia e il suo amato lavoro. Scommeto che saremo in molti a sentire una certa affinità con lui e le sue avventure.

  12. (proprietario verificato)

    🎉🎉🎉

Aggiungere un Commento

Condividi su facebook
Condividi
Condividi su twitter
Tweet
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Samantha Bianchi
Mi chiamo Samantha, ho 30 anni e sono di Perugia.
Come tutti gli scrittori – o aspiranti tali, nel mio caso –, sono prima di tutto una lettrice. La mia vita mi è sempre stata un po’ stretta quindi ho pensato bene di viverne tante altre tramite le pagine di tutti i libri che mi hanno accompagnato nel mio percorso. Poi, non soddisfatta, ho studiato lingue e ho provato a indossare altre versioni di me: una Samantha in Cina, una Samantha in Inghilterra... Poi, ho avuto quella realizzazione ormai ultra-gettonata del: “Cosa scappi a fare se poi tu sei sempre la stessa?”
Così, ho messo a frutto gli studi, iniziato a lavorare, preso un appartamento in affitto, cominciato ad appassionarmi a yoga e continuato a viaggiare con la mente quando non potevo farlo nella realtà!
Samantha Bianchi on FacebookSamantha Bianchi on Instagram
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie