Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Zona d'ombra

Zona D'ombra

La campagna di crowdfunding è terminata, ma puoi continuare a pre-ordinare il libro per riceverlo prima che arrivi in libreria

Svuota
Quantità
Consegna prevista Ottobre 2022

Sulla Terra sta per abbattersi qualcosa che assomiglia al concetto di Apocalisse, un qualcosa di sconosciuto e pericoloso che arriva da molto lontano. Per tanti, ma non per tutti, sarà la fine.
Una pioggia di detriti cosmici sta per abbattersi sull’Europa del sud.
Tre sono gli spettatori, che resteranno a guardare il cielo mentre le stelle cadono sopra di loro. Un ragazza incerta sul proprio futuro, un uomo che ha già perso tutto e che sa cosa significa morire, e uno scienziato, chiamato a studiare questo fenomeno da una base costruita nel nulla in mezzo al deserto. Anche lui, così come tutti gli altri, distoglierà lo sguardo dalla catastrofe, con la vista offuscata da tutti quei problemi e quelle paure che, ogni giorno, gettano ombra su di noi.
Un’ombra tanto grande e spaventosa quanto quella della fine del mondo.

Perché ho scritto questo libro?

Arrivato ad un certo punto della mia vita, dopo aver potuto studiare, fatto diverse esperienze e dopo aver conosciuto tante persone, tra le più disparate, sono arrivato ad una mia idea su tutto ciò.
Un’idea che definisce, secondo me, le relazioni tra persone, oggetti ed eventi. Tutto quello che succede ma anche quello che non succede.
E la mia idea è che alle persone interessa di noi, degli altri, di tutto e di niente, in misura drasticamente minore rispetto a quanto noi pensiamo.

ANTEPRIMA NON EDITATA

La musica elettronica divampa da enormi diffusori che sorridono guardando i loro spettatori, martellando il tempo tra un attimo e il successivo, correndo il triplo più veloce dei secondi. Lei è tra la folla e inizia a muoversi tra quei colpi di cassa e di propagazioni sinusoidali. Linee immaginarie la imbrigliano e diventa il fenomeno di quel baraccone, ha catene di energia invisibile sui polsi e sulle caviglie. Si solleva e rimane a terra, con il collo leggermente piegato allindietro e gli occhi chiusi. Descrive ellissi con le braccia, in perfetti movimenti delicati che accarezzano laria, la musica e le luci.

Nel cielo, un bagliore bianco e blu interrompe la notte avvisando che il tempo è finito. Si frammenta e prosegue. Assume velocità in diversi valori, mentre le sue traiettorie diventano la supposizione di una condanna.
Continua a leggere

Continua a leggere

Lei apre gli occhi, ora lucenti del colore dei meteoriti, mentre cerca un punto indefinito tra le comete che intarsiano il tetto nero e infinito sopra di lei. Prova a ricordare, a sforzarsi di trovare un punto da cui partire e un punto dove ritornare, ma scavando in profondità sente solo il frastuono e la nausea, vibrazioni di frequenze basse sulle ossa del torace e delle spalle. Continua ad ammirare il cielo in cerca della fine o di una sua previsione. Riflette e decide che è tutto vero. La sequenza rapida e convulsa della sua vita non si è mostrata. È rimasta cautamente nascosta da qualche parte, tra le persone. Immagina due fasci di luce bianca uscire dai suoi occhi, apre la bocca e grida ma non esce nulla se non particelle elementari di rabbia e dolore. Ruggisce ancora contro le stelle e poi smette.

Altrove, minuscole sfere di energia luminosa si infrangono contro la linea dellorizzonte notturno, dove il nero diventa se stesso in diverse sfumature oscure. Sente la superficie sotto i suoi piedi che rimane li esattamente dov’è. Mentre la musica ha terminato la sua rivolta, file di persone si ammassano lungo il parapetto dellattico. Alcuni indicano il cielo, alcuni gridano e altri precipitano urlando. Lei è dimuovo ad occhi chiusi. Sente che la fine sia già passata su di lei ed iniziata altrove. La fine è sempre così relativa per ogni uomo. Anche nella catastrofe e nelloblio, la fine non è altro che ipotesi. Con le braccia tese e le lunghe dita protratte verso lalto in direzioni indefinite, prova sensazioni diverse e piange. Si sente viva in quellattimo e in tutti gli attimi, precedenti e successivi.

Troverai qui tutte le novità su questo libro

Commenti

  1. Elena

    (proprietario verificato)

    Credo che niente di più attuale sia questa frase che cita l’autore Stefano Locchi
    “Sulla Terra sta per abbattersi qualcosa che assomiglia al concetto di Apocalisse, un qualcosa di sconosciuto e pericoloso che arriva da molto lontano. Per tanti, ma non per tutti, sarà la fine.”
    Ecco noi oggi stiamo vivendo qualcosa che calza perfettamente…

  2. Elena Poli

    (proprietario verificato)

    …..”Lei è dimuovo ad occhi chiusi. Sente che la fine sia già passata su di lei ed iniziata altrove. La fine è sempre così relativa per ogni uomo.”…..
    Mi piace il concetto di relatività di tutto ciò che ognuno di noi vive sulla propria pelle ….
    L’assaggio dello scritto è invitante, spero di poter presto sfogliare e leggere le pagine di questo libro.

Aggiungere un Commento

Condividi su facebook
Condividi
Condividi su twitter
Tweet
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Stefano Locchi
Nasce a Roma nel Novembre 1995, alle 19 e 17. E a quell’ora, in quel periodo dell’anno, c’è già il buio fuori. Dopo un’adolescenza passata in provincia e condita dalla passione per la musica, fa ritorno a Roma, dove studia Design e Comunicazione presso l’Istituto Europeo del Design. Nel frattempo, prima di laurearsi, scrive recensioni per un magazine online, presentandosi alla redazione come uno che vuole scrivere qualcosa da mettere nella libreria di casa. Ci riesce qualche anno dopo, dopo una laurea e un Master in Advertising al Politecnico di Milano, all’ombra di San Siro, distante da Roma ma dove fa notte sempre alla stessa ora. Ha lavorato in diverse agenzie creative di comunicazione. Tutt’ora vive a Milano dove lavora come pubblicitario.
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie