Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Fatali verità

Svuota
Quantità

Katia Bellinzeri, brillante studentessa di Medicina, viene ritrovata morta e col cranio fracassato. Sul caso indagano l’ispettrice Sara Lepri e il suo vice, Simone Bruni. La soluzione appare da subito facile e fin troppo scontata: tentativo di rapina finito male. Dalle indagini, però, si scopre che la vittima conosceva il suo assassino. I due poliziotti danno quindi il via a un valzer forsennato di interrogatori, esami del DNA e ipotesi, scoprendo verità scomode riguardanti sia Katia sia le persone che la frequentavano. Chi la voleva morta e perché? Come se tutto ciò non bastasse, mentre il cerchio dei sospettati si allarga, all’ispettrice Lepri vengono recapitati dei messaggi inquietanti. Hanno a che fare con l’omicidio o un torbido segreto del suo doloroso passato è tornato a tormentarla?

CAPITOLO UNO

Giovedì

«È colpa di quello stupido cellulare! Quando sono andata a dormire, la batteria era al settanta per cento, ne sono sicura!»
«Certo, certo…» Il viceispettore Simone Bruni stava sogghignando. «È da mesi che ti dico di cambiarlo, non puoi girare con un telefono risalente al Paleolitico!»

Continua a leggere

L’ispettrice Sara Lepri sbuffò. Odiava la tecnologia, non capiva proprio per quale motivo la gente ne fosse tanto ammaliata. Simone era l’esatto contrario: sapevatutto su computer e cellulari, e di tutti gli strani marchingegni che li componevano. Maledette ferraglie! Spesso, Simone –un po’ troppospesso, a dire la verità –le raccontava le ultime novità in campo tecnologico e la annoiava con descrizioni lunghe edettagliate dei suoi pomeriggi liberi, trascorsi ad aggiustare notebook e quant’altro. Sara cercava di stargli dietro, ci provava sul serio, ma se metà delle parole ti risultano estranee come uno stambecco in fondo al mare, è veramente difficile trovare un senso logico. Perciò si limitava nell’emissione di versi primordiali come «Ah…», «Eh…» oppure «Cavolo!», quando al suo interlocutore trovare il guasto era risultato particolarmente complicato. Qualche volta aveva provato a sbilanciarsi con commenti più elaborati, ma puntualmente Simone aveva aggrottato le sopracciglia in segno di sconcerto, e subito dopo si era messo a ridere, prendendola in giro per la sua ignoranza. Forse, però, questa volta avrebbe dovuto seguire i suoi consigli.
Fortuna voleva che Simone abitasse a dieci minuti scarsi in auto da casa sua; così, quando il commissario lo aveva chiamato con un tono che era un misto tra “Ora la ammazzo” e “Santa pazienza, portami via”, comunicandogli che l’ispettrice Lepri non aveva risposto alla sua telefonata, gli era bastato un breve tragitto al volante per trovarsi davanti una stropicciata Sara in pigiama. Lei si era mostrata dapprima confusa, poi altamente allarmata, nell’apprendere che la batteria del suo vecchio Nokia era passata a miglior vita, garantendole una bella strigliata dal suo superiore –prevista per le ore otto –, non appena avesse varcato la soglia dell’ufficio.
Simone frenò bruscamente. «Incredibile che facciano funzionare i semafori alle cinque del mattino! Un vero spreco!» Tamburellando nervosamente con le dita sul volante, riferì a Sara la breve conversazione avuta con il loro commissario. «La vittima è Katia Bellinzeri, ventinove anni. È stata trovata dal fidanzato di ritorno dal lavoro, verso le 3:15 di questa notte, nella loro abitazione in via Kennedy, appena fuori Gelsi; non chiedermi che lavoro faccia perché non ne ho idea. Sembra che si tratti di un omicidio.»

2021-05-29

Evento

Lavis (TN), piazzetta della biblioteca Vi comunico con piacere che sabato 29 maggio alle ore 20 sarò a Lavis per presentare il mio libro.
2020-10-07

Aggiornamento

https://open.spotify.com/episode/1J8jJRSyhxaO2qjJiKhlaf?si=QXueaQw9RoOvAkPPPZekrg Ciao a tutti! Questa sera vi propongo qualcosa di diverso. Recentemente ho partecipato ad un episodio di un podcast emergente, Cappuccino@6, in cui Stefano e Pietro, i due creatori, hanno intervistato me e Natalie Hibberd, una giovane scrittrice inglese, sui nostri romanzi. Ringrazio caldamente Stefano e Pietro per la grande opportunità che mi hanno dato e faccio loro i miei più sinceri auguri per questo bellissimo progetto. Il loro podcast è ora disponibile su Spotify, a breve lo sarà anche su YouTube. Se volete saperne di più su di me e su "Fatali verità", non vi resta che cliccare sul link e... Buon ascolto! L'intervista è disponibile sia in inglese che in italiano.
28 agosto 2020

Evento

Rovereto, via Roma Ecco le locandine dell'evento di cui vi ho parlato.
28 agosto 2020

Evento

Rovereto, via Roma Ciao a tutti! Venerdì 28 agosto sarò presente con una bancarella alla seconda edizione di Rovereto IN Rosa per parlare del mio libro! Se vi andrà di passare a conoscermi, sarete i benvenuti!
29 luglio 2020

Aggiornamento

La protagonista del mio libro si chiama Sara ed è una detective. Intuitiva ed emotiva, lavora in coppia con Simone, con cui ha una grande intesa, ma solo quando è in veste da poliziotta. Infatti Sara è estremamente chiusa, qualcosa nel suo passato l'ha spinta ad allontanarsi dalle persone e a non stringere nuovi legami. Il suo unico amico è un gatto, Chewbe. Con lui si sente al sicuro, non la giudica e non la spinge ad essere ciò che non è. Nel corso della narrazione Sara inizierà ad aprirsi di più, troverà un appiglio per uscire dal limbo nero in cui è precipitata, capirà che non ci si può isolare per sempre, che non stare da soli è meglio.
29 luglio 2020

Aggiornamento

La protagonista del mio libro si chiama Sara ed è una detective. Intuitiva ed emotiva, lavora in coppia con Simone, con cui ha una grande intesa, ma solo quando è in veste da poliziotta. Infatti Sara è estremamente chiusa, qualcosa nel suo passato l'ha spinta ad allontanarsi dalle persone e a non stringere nuovi legami. Il suo unico amico è un gatto, Chewbe. Con lui si sente al sicuro, non la giudica e non la spinge ad essere ciò che non è. Nel corso della narrazione Sara inizierà ad aprirsi di più, troverà un appiglio per uscire dal limbo nero in cui è precipitata, capirà che non ci si può isolare per sempre, che non stare da soli è meglio. Se volete saperne di più su Sara potete andare al seguente link e preordinare il mio libro, vi arriverà il pdf completo e una copia cartacea (quest'ultima solo tra qualche mese). https://bookabook.it/libri/fatali-verita/ Ne approfitto per ringraziare chi mi sta sostenendo in questa campagna di crowdfunding: il team di bookabook, la casa editrice che ha accettato il mio romanzo, i miei amici, parenti che hanno acquistato il libro e che stanno facendo un sacco di passaparola (facendo loro una mia causa), chi magari mi conosce poco o per niente, ma ha comunque deciso di darmi una possibilità e a tutti coloro che hanno speso anche solo qualche secondo del loro tempo per leggere del mio progetto. È solo per merito vostro che siamo arrivati al 37% del goal finale. Grazie!
27 luglio 2020

Aggiornamento

Siamo al 39%! Grazie a tutti!

Commenti

  1. (proprietario verificato)

    Consiglio caldamente questo libro!!
    La sintassi è scorrevole e la storia ricca di colpi di scena e capovolgimenti di prospettiva nei quali vengono a galla le “fatali verità”.

  2. (proprietario verificato)

    Fin dalle prime pagine, “Fatali verità” risulta molto avvincente. Lo stile molto scorrevole e la trama ricca di colpi di scena (senza sconfinare però nell’inverosimile) tengono il lettore con il fiato sospeso. I personaggi e il contesto in cui si muovono sono caratterizzati in maniera approfondita ma non pesante, definendo la psicologia, le dinamiche sociali e le relazioni tra le varie persone, spesso con un gradevole tocco di ironia; ne risulta un quadro completo, non solo relativamente al delitto.
    Da appassionato di romanzi gialli, credo che “Fatali verità” sia una lettura da non perdere. La vicenda è costruita in maniera molto originale, e la soluzione è praticamente impossibile da prevedere – pur essendo, a posteriori, presenti gli indizi necessari per trovarla.
    Consiglio questo libro anche ai lettori di altri generi, in quanto la caratterizzazione dei personaggi, delle loro vicende umane e delle tematiche sociali correlate è molto interessante.

  3. Davvero molto bello. Ben strutturato e sviluppato con una storia originale e interessante

  4. (proprietario verificato)

    Molto bello l’ho divorato e ora spero in un sequel. Complimenti a mia sorella! Continua così

  5. Non sono un’amante del genere, l’ho letto solo perché l’ha scritto un’amica ma devo proprio dire che sono rimasto sorpreso! Viene facile immedesimarsi nei personaggi e sembra quasi di entrare nella Storia insieme a loro. Il ritmo è serratissimo, una suspense lunga tutto il romanzo!

  6. È un libro piacevole che sa sorprendere a ogni capitolo. Ne consiglio la lettura agli amanti del genere.

  7. (proprietario verificato)

    “Fatali verità” è un libro intrigante, in grado di trasportare il lettore nella storia. Lo stile di scrittura scorrevole instiga un senso di curiosità e le descrizioni non prolisse ma pregne di significato trapelano una grande attenzione per i dettagli. Queste caratteristiche contribuiscono alla piacevolezza della lettura, che peraltro presenta personaggi particolareggiati minuziosamente e con cui si è facilmente in grado di empatizzare: il coinvolgimento del fruitore viene in tale maniera garantito.

  8. Sono il padre dell’autrice e nonostante io sia di parte reputo “Fatali verità” un romanzo ben scritto. Leggendo questo libro non ci si può annoiare, non ci sono pause e si finisce per affezionarsi alla protagonista Sara che si dimostra fin da subito “speciale”. Non posso non concordare con gli altri lettori: impossibile indovinare il finale, del tutto inaspettato. Nel giro di poche pagine si ribalta completamente la soluzione! La trama è intrecciatissima, mille relazioni complicate legano i personaggi tra di loro, ma la lettura resta comunque scorrevole e mai pesante. Lo consiglio a chiunque cerchi una lettura intrigante e agli amanti dei thriller in generale.

  9. (proprietario verificato)

    Ho solo iniziato a leggere qualche pagina del manoscritto e devo proprio dire che mi invoglia a continuarne la lettura!

  10. Lo ho iniziato a leggere grazie al manoscritto ricevuto via mail e lo ho finito in due giorni, sono stata con il fiato letteralmente sospeso fino alla fine.. Un colpo di scena dietro l’altro! Stupendo!

  11. Mi piace che non tutto si concentri sul delitto, ma che sia dato spazio anche alla storia personale della protagonista e alla sua complicata personalità, è un libro davvero studiato per colpire

  12. (proprietario verificato)

    La storia ricca di dialoghi coinvolge il lettore a cui sembra davvero di entrare nella Storia e indagare insieme a Sara e Simone, consigliatissimo

  13. (proprietario verificato)

    La struttura ricca di dialoghi coinvolge il lettore a cui sembrerà di entrare nella Storia e di indagare insieme a Sara e Simone, davvero consigliatissimo

  14. Romina Baldessarini

    (proprietario verificato)

    La storia che viene raccontata è coinvolgente fin dalle prime pagine. L’intreccio che si viene a creare tra i personaggi ti tiene con il fiato sospeso fino alla fine. Consigliatissimo!

  15. Una lettura scorrevole ed una trama avvincente. Una fitta rete di indizi porta il lettore ad ipotizzare vittima e colpevole uniti da legami fondamentali x la soluzione del caso…ed invece….spuntano sempre nuovi indizi che portano il lettore a riconsiderare nuove teorie. Brava la giovane autrice, come inizio non c’è che dire. Attendo la sua prossima creazione!!!

  16. (proprietario verificato)

    Trama avvincente e lettura molto piacevole, adatta a chiunque. Consiglio la lettura e faccio i miei complimenti all’autrice.

  17. (proprietario verificato)

    Lettura estremamente scorrevole…appassionante e ricca di colpi di scena. Se penso che e’ Stato scritto da un’autrice alle prime armi posso solo immaginare quali possano essere le sue potenzialita’ …aspetto la sua prossima fatica !!

  18. Un romanzo che fa anche riflettere…oltre che tenerti col fiato sospeso!

  19. (proprietario verificato)

    Devo ammettere che x me che sono un’amante del genere e’ stata una lettura estremamente appassionante…tutti sono sospettati…e quando pensi di aver capito arriva puntualmente un altro indiziato…in ogni capitolo accade qualcosa x cui dici…..nooooo!!!!Insomma si legge tutto d’un fiato….consigliatissimo!!!

  20. (proprietario verificato)

    Molto bello, numerosi colpi di scena che stravolgono le certezze del lettore e rendono il finale impossibile da indovinare. La scrittura è scorrevole e i personaggi sono ben descritti e sviluppati.

  21. (proprietario verificato)

    L’ho letto durante il lockdown. E’ stato piacevole scoprire che tutte le mie deduzioni investigative venivano regolarmente sviate da nuovi dettagli che si rivelavano via via sempre più articolati. È stata una piacevolissima lettura che consiglio a chi ama questo genere ed anche perché sono la zia dell’autrice. Brava! 👏

Aggiungere un Commento

Condividi su facebook
Condividi
Condividi su twitter
Tweet
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Eleonora Urso
nasce a Rovereto, in Trentino, nel 1996. Da sempre appassionata di lettura, fin da piccola si diletta nella scrittura di storie e racconti. Si diploma al liceo scientifico nel 2015. Ama la musica, la natura e gli animali. Fatali verità è il suo romanzo d’esordio.
Eleonora Urso on FacebookEleonora Urso on Instagram
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sui cookie