Accedi Registrati

Ora sei tu a voltare pagina.

Pubblichiamo libri di qualità, scelti dai lettori.

Come funziona

Nuove campagne

Nuove campagne

  • mentre

    Mentre volavo via

    Quattordici racconti un po' tristi che vi faranno sentire meglio.
    127%
    Completato
    59
    Copie al prossimo obiettivo
  • 4k2lip0zc_k-ben-white-1

    Che Storia è questa?

    Un pomeriggio piovoso Filippo apre il suo testo di Storia e inizia un viaggio nel tempo vivendo avventure imprevedibili e straordinarie!
    111%
    Completato
    184
    Copie al prossimo obiettivo
  • nousnou-iwasaki-30177

    Quattro racconti sulla Metamorfosi

    Quattro personaggi che galleggiano tra realtà e fantasia. Quattro metamorfosi che li libereranno. Per il bambino che esiste in ogni adulto
    95%
    Completato
    7
    Copie all´obiettivo
    139
    Giorni rimasti
  • post_link_bookabook_ok

    Fernando senza Effe

    Fernando, un bambino normale che all'improvviso si ritrova diverso. Un’avventura ironica e delicata sulla capacità di accettarsi.
    145%
    Completato
    133
    Copie al prossimo obiettivo

Vieni a trovarci

a Tempo di Libri.

Dal 19 al 23 Aprile alla Fiera Milano Rho. Ci trovi allo stand N23.

Vieni a trovarci a
a Tempo di Libri.

Dal 19 al 23 Aprile alla Fiera Milano Rho. Ci trovi allo stand N23.

Dicono di noi

La startup di un pugno di ragazzi italiani e francesi punta su anteprime gratuite per creare un nuovo modello di business. […] Partecipare a Bookabook è più facile a farsi che a dirsi. Scommettere sul prodotto libro, realizzando anche un modello economico partecipato; ci prova una start up italiana, che vuole scommettere sugli autori e i lettori.

— wired

Partecipare collettivamente alla pubblicazione digitale di un romanzo, un racconto, un saggio. Da oggi è possibile grazie a Bookabook, la prima piattaforma italiana di crowdfunding dedicata interamente al libro.

— corriere della sera

Il modello Uber per una casa editrice non ha senso. Conta la selezione, gli editori e la distribuzione. […] Il punto chiave è appunto questo: non pretendere di riscrivere da zero le regole dell’editoria. Ma muoversi come deve farlo una casa editrice fondata nel 2014 (2 aprile): partendo da strumenti che una volta non c’erano, come una comunità di lettori che cresce sui social network.

— linkiesta

Iscriviti alla nostra newsletter